Roma, Di Francesco: “Ballottaggio Dzeko-Schick, Under è in forte dubbio”

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui
during the Serie A match between AS Roma and FC Crotone at Stadio Olimpico on October 25, 2017 in Rome, Italy.

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

La trentesima giornata di Serie A si aprirà al Renato Dall’Ara di Bologna, con la squadra di Roberto Donadoni che ospiterà la Roma di Eusebio Di Francesco. Per la squadra della Capitale non è un impegno da sottovalutare in quanto il Bologna potrebbe rappresentare un ostacolo insidioso, soprattutto se la testa dei giocatori è rivolta alla partitissima di mercoledì prossimo contro il Barcellona in Champions League. Il tecnico giallorosso ha tenuto la consueta conferenza stampa alla vigilia del match di domani, focalizzandosi soprattutto sulle scelte di formazione, con alcune novità importanti.

Queste le parole di Di Francesco sullo stato di forma dei suoi dopo la sosta dalle nazionali:”Sono rientrati tutti in ottime condizioni ad eccezione di Pellegrini che non sarà convocato, mentre Under ha un piccolo problema muscolare che valuteremo in giornata, se il responso sarà negativo sarà convocato regolarmente, altrimenti speriamo solo non sia niente di grave“. Per quanto riguarda le scelte di formazione, il tecnico abruzzese anticipa un importante ballottaggio in attacco:”Nel ruolo di centravanti ci sarà uno tra Dzeko e Schick, in questo momento sono entrambi al 50% di possibilità di giocare titolare. Schick ha giocato è ha segnato in amichevole con la Repubblica Ceca, il gol ti da sempre una carica importante, nel caso domani giocasse titolare mi auguro che possa dimostrare qualcosa di importante“.

Leggi anche:  Dove vedere Sampdoria Cagliari in tv e in streaming: Sky o DAZN? Formazioni e precedenti della partita

Di Francesco svela altre novità di formazione,dall’attacco alla difesa con la testa al turnover:”In avanti si giocano due posti in tre, Perotti, Gerson ed El Shaarawy, con quest’ultimo favorito. Defrel è rientrato in gruppo da poco e difficilmente sarà titolare. Non credo di cambiare tantissimo, il turnover sarà moderato e ragionato in base anche alle partite ravvicinate tra Bologna, Barcellona e Fiorentina. Su Kolarov invece posso solo dire che è più facile che scenderà in campo piuttosto che sedersi in panchina “.

  •   
  •  
  •  
  •