Pagelle Torino-Milan: Eurogol di Bonaventura, Liajic e De Silvestri trascinano i Granata

Pubblicato il autore: Lorenzo Solombrino Segui

 

 

during the serie A match between AC Milan and SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on January 28, 2018 in Milan, Italy.

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Pagelle Torino-Milan
MILAN (4-3-3)
Donnarumma : 6 Macchia la sua prestazione bucando l’uscita sul colpo di testa di De Silvestri. Si riscatta poco dopo su Liajic
Abate: 5 Ha colpe maggiori del compagno sul gol del pari perdendosi il terzino avversario in marcatura. Una rete che può pesare tantissimo in ottica Europa League.
Bonucci: 6 Riesce a disinnescare un mite Belotti. Non corre troppo pericoli gestendo il pacchetto arretrato.
Zapata: 5,5 Meno sicuro del compagno di reparto. Dall’andamento balbettante.
Rodriguez: 6.5 Più intraprendente rispetto al solito ma non riesce a giocare palloni importanti attenendosi al compitino.
Kessie: 5 Tanto fumo e poco arrosto. Causa un rigore dopo nemmeno due minuti e non riesce mai ad entrare in partita. Ci si aspetta qualcosa di meglio da lui.
Biglia: 6,5 Prestazioni sempre più convincenti. E’ l’uomo ombra di questo Milan. Diventato ormai imprescindibile.
Bonaventura: 7 Torna al gol dopo tanto tempo con un gioiello da fuori area. Al di là del risultato è un bel messaggio ai suoi detrattori
Suso: 5 Ormai da troppo tempo sottotono, continua nel suo anonimato. La sua verve manca come il pane ai rossoneri
Kalinic: 6 Ancora a secco di gol e di vere e proprie occasioni nitide. Ha il pregio di battagliare con i poco accomodanti centrali avversari.
Borini: 5,5 Non giocava dall’inizio in quel ruolo ormai dallo scorso dicembre e si vede. Chiamato a sostituire Calhanoglu mette in evidenza l’importanza del turco nello scacchiere di Gattuso.

A disposizione: 30 Storari, 90 A. Donnarumma, 2 Calabria, 4 Mauri, 9 André Silva S.V, 10 Calhanoglu, 18 Montolivo, 22 Musacchio, 31 Antonelli, 63 Cutrone S.V, 73 Locatelli 6.
Allenatore: Gennaro Gattuso

TORINO (3-4-1-2)
Sirigu; 6 Chiamato più volte in causa si fa sempre trovare pronto. Solido.
Nkoulou:6 Lui e Burdisso prendono in custodia Kalinic e poi Cutrone. Granitico
Burdisso: 6 Ottimo agente di custodia.
Moretti: 5,5 Forse il più in difficoltà dei tre si difende con esperienza.
De Silvestri: 7 La non intelligentissima espulsione non cancella minimamente la portata della sua prestazione. E’ il migliore in campo, anche prima del gol ha spinto incessantemente e sempre con tanta qualità. Pericolo costante per la retroguardia milanista.
Rincon: 5,5 La solita partita di sostanza in mezzo al campo. Lo si nota solo per un’entrataccia su Suso.
Baselli: 5,5 Comincia in modo confusionario sbagliando tanti palloni. Cresce alla distanza con tutti i suoi compagni.
Ansaldi: 6,5 Anche lui rinfrancato dal cambio di modulo. Tante sgroppate sulla fascia, per poco non centra l’angolino alto segnando un gran gol.
Ljajic: 7 Migliore in campo ad ex aequo con il marcatore. Nel momento peggiore della sua squadra trascina i compagni con giocate sempre di qualità. Il Toro è guidato offensivamente dai piedi e dalle idee del serbo.
Falque: 5 Lo spagnolo non entra mai in partita costringendo Mazzarri a cambiarlo ad inizio ripresa.
Belotti: 5,5 Continua la sua melanconica stagione. Sbaglia il secondo calcio di rigore e sembra che il mondo gli cada addosso. Tutta l’Italia aspetta un suo ritorno a grandi livelli.

A disposizione; 1 Ichazo, 99 Coppola, 3 Molinaro, 4 Bonifazi, 5 Valdifiori, 6 Acquah S.V, 11 Niang, 20 Edera 6, 21 Berenguer, 22 Obi S.V, 28 Barreca.
Allenatore: Walter Mazzarri

Arbitro: Maresca
Assistenti: Valeriani – Di Iorio
Quarto uomo: Pinzani
VAR: Banti
AVAR: Schenone

  •   
  •  
  •  
  •