La resa di Totti: “La Juve fa un campionato a parte. È fuori concorso.”

Pubblicato il autore: Giulia Sbaffi Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Stanno facendo molto rumore le dichiarazioni di Francesco Totti. L’ex capitano della Roma ed ora dirigente della squadra giallorossa è intervenuto a Roma Radio, e le sue parole hanno fatto infuriare molti tifosi romanisti. Secondo Totti, “la Juve fa un campionato a parte. Noi dobbiamo giocarne un altro con Milan, Inter, Napoli e Lazio, questa è la realtà“.

Ciccio Graziani: “Totti realista“. Giulio Scarpati: “non bisogna partire battuti

I sostenitori della squadra giallorossa hanno considerato queste parole troppo affrettate e sicuramente fuori luogo considerando che il campionato è appena iniziato. Le reazioni sui social non sono mancate ed hanno voluto dire la loro anche alcuni tifosi vip. Ciccio Graziani sembra sposare linea di Totti. L’ex attaccante di Roma e Torino sottolinea come le parole del Pupone rappresentino la realtà e la Juve appare oggi tre gradini sopra le avversarie. Un altro tifoso vip come Giulio Scarpati non sembra condividere le parole di Totti. Secondo Scarpati “la differenza tra le due strutture societarie è evidente, basta vedere i fatturati delle due società, ma nello sport non bisogna partire battuti, altrimenti non esisterebbero le favole come quelle del Leicester.”

Leggi anche:  Torino corsaro ad Udine: Belotti sbanca il Friuli

Totti sostiene tecnico e direttore sportivo. E su Schick e Kluivert: “Vogliono giocare, è normale.”

Le parole di Totti possono però assumere anche un valore diverso. Non si tratta solo di riconoscere l’indiscussa superiorità del nemico storico: c’è anche il tentativo di proteggere Di Francesco e Monchi dopo un difficile avvio di campionato. L’ex capitano ha espresso parole di supporto per il tecnico, definito uno dei migliori allenatori italiani: “Di Francesco ha grande carattere, non si fa influenzare da nessuno, noi e i tifosi dobbiamo stargli vicino” ha detto Totti. Questione più delicata quella di Monchi. La gestione del calciomercato da parte del direttore sportivo non ha entusiasmato i tifosi giallorossi. A fronte della cessione di big come Nainggolan, Alisson e Strootman, i sostituti non sembrano essere all’altezza. Ecco dunque la sponda di Totti in difesa di Monchi: “Dopo tre partire non si può giudicare il suo lavoro, vedremo a fine anno.” Totti si sofferma poi sui giovani, in particolare su due talenti: “Kluivert e Schick vogliono giocare ed è giusto che sia così, la Roma punta fortemente su di loro.

Leggi anche:  Dove vedere Fiorentina-Atalanta, streaming e diretta Tv. Sky o DAZN?

Riascoltando l’intervento di Totti a Roma Radio sembra proprio di trovarsi di fronte ad una vera e propria resa già alla terza giornata di campionato. Il gap tra Juve e Roma non sembra affatto diminuito rispetto allo scorso anno. Non solo il roboante arrivo di Cristiano Ronaldo a Torino, ma anche alcune scelte di calciomercato dei giallorossi hanno contribuito ad allargare la forbice esistente tra le due squadre. Vero è che ad oggi non sembra esserci partita: d’altra parte, però, non è possibile alzare bandiera bianca già a settembre. Un atteggiamento incomprensibile: d’altro canto è il campo che deve emettere la sentenza definitiva e nulla può essere dato per scontato. Le dichiarazioni di Totti, pur ragionevoli e realiste, hanno fatto scalpore: mai il Pupone aveva infatti riconosciuto in maniera così netta la superiorità della squadra bianconera.

  •   
  •  
  •  
  •