Roma-Sampdoria 4-1: cronaca e tabellino. Schick si sblocca, El Shaarawy magia

Pubblicato il autore: Diego Grossi Segui

Patrik Schick – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Un 4-1 che scaccia le critiche e rilancia la Roma verso l’obiettivo quarto posto. La formazione di Di Francesco torna alla vittoria in Serie A con il gol dell’uomo più atteso, Patrick Schick (che si sblocca dopo 454 minuti in campionato) e la magia di Stephan El Shaarawy (pallonetto delizioso dal limite dell’area che si insacca sotto l’incrocio dei pali). Alla Sampdoria non basta la rete dell’ex Defrel.

Il tabellino di Roma-Sampdoria

Reti: 19′ Juan Jesus (R), 59′ Schick (R), 72′ e 93′ El Shaarawy (R), 89′ Defrel (S)

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Kluivert (81′ Under), Pellegrini (78′ Zaniolo), El Shaarawy; Schick (68′ Dzeko). All. Di Francesco

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Colley, Andersen, Murru; Linetty (69′ Sala), Ronaldo Vieira, Praet (46′ Jankto); Ramirez; Defrel, Caprari (80′ Kownacki). All. Giampaolo

Leggi anche:  Buffon al Parma, il commento di Bargiggia: "Mi fa tristezza, la sua storia non ha senso"

Ammoniti: Linetty (S), Florenzi (R)

 

La cronaca di Roma-Sampdoria

Primo tempo: Roma in vantaggio dopo 45′ con la rete di Juan Jesus

Una vittoria che dà fiducia. La Roma supera la Sampdoria per 4-1 in una gara ricca di emozioni. Inizia con il piglio giusto la Samp che, mettendo in atto un pressing asfissiante fin dai primi minuti di gioco, costringe la Roma più volte a far ripartire le proprie azioni d’attacco da Olsen. Al 19′ il vantaggio giallorosso, sugli sviluppi di un calcio d’angolo Cristante trova il tempo giusto e svetta di testa battendo Audero, il pallone sta per finire sul palo ma Juan Jesus è bravo a farsi trovare pronto e a ribadirlo in rete. Secondo gol nel campionato italiano per il difensore brasiliano dopo cinque anni. I doriani accusano il colpo ma sul finire del primo tempo sfiorano la rete del pareggio con un auto-palo di Kolarov sugli sviluppi di un calcio piazzato.

Leggi anche:  Le prime dichiarazioni su Instagram di Christian Eriksen

Secondo tempo: il Var nega un rigore per parte, Schick torna finalmente al gol

Nelle ripresa molti episodi dubbi e quattro gol. Al 54′ l’arbitro Irrati ravvede un’irregolarità nel contatto in area tra Manolas e Ramirez e indica il calcio di rigore. Il var Rocchi lo invita ad andare al monitor per rivedere l’azione, il penalty viene annullato. Al 60′ solita azione d’attacco dei giallorossi con Kolarov  che dal lato sinistro mette un cross teso verso il centro dell’area, Schick è bravo a prendere posizione sul difensore ed a insaccare il pallone del 2-0. Boato della Sud che esplode per il ritorno al gol dell’attaccante ceco. La Roma è padrona del campo e al 65′ reclama per un tocco di mano in area del doriano Colley ma il direttore di gara, ancora una volta dopo l’on field review, nega il rigore ai giallorossi. I padroni di casa continuano a macinare gioco e a creare occasioni da gol e al 71′ trovano la rete del 3-0 con un magia di El Shaarawy che supera Audero con un delizioso colpo sotto che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Negli ultimi minuti di gara arriva il gol dell’ex Defrel (stop di tacco e tiro da posizione ravvicinata) e la doppietta dello stesso El Shaarawy.

Leggi anche:  De Rossi torna nel calcio?

 

 

  •   
  •  
  •  
  •