Serie A 15. giornata. La presentazione dei match di campionato

Pubblicato il autore: Francesco Perna Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il 15° turno di Serie A si aprirà questa sera con la sfida tra Juventus ed Inter. L’etichetta del “derby d’Italia” fu coniata da Gianni Brera, per risaltare la storica rivalità che c’era tra le due società, nonostante non fosse una stracittadina. Per diversi anni è stata anche la sfida tra le due proprietà, ovvero gli Agnelli e i Moratti. Entrambe le dinastie hanno detenuto per molti anni la maggioranza societaria e hanno segnato i successi storici dei due club. Di fronte ci saranno le due squadre che hanno effettuato più cross utili di tutte le altre (137) e che hanno subito meno gol (8 la Juventus e 12 l’Inter). In panchina sarà un derby toscano: Allegri contro Spalletti. Il bilancio nei 7 precedenti vede
avanti il tecnico juventino con 4 vittorie a 3 e due pareggi. Il sabato calcistico si aprirà al San Paolo con la sfida tra Napoli e Frosinone. I partenopei dopo il successo di Bergamo, vogliono continuare a macinare punti. Il calendario sorride agli azzurri, che da qui a fine dicembre sperano di poter recuperare punti alla Juve. Per i frusinati sarà molto complicato portare via punti, ma gli uomini di Longo nelle ultime uscite hanno ben figurato e potranno impensierire la compagine di Ancelotti che potrebbe essere distratta dall’impegno di Liverpool in Champions League. Alla Sardegna Arena si sfideranno Cagliari e Roma. Entrambe le squadre nelle ultime 5 apparizioni hanno ottenuto 6 punti. I sardi sono reduci da 3 pareggi consecutivi e non vincono tra le mura amiche dal 28 ottobre. Gli uomini di Di Francesco dovranno centrare il bottino pieno se non vorranno complicare ulteriormente il percorso verso il quarto posto. Gli infortuni influiranno nelle scelte del tecnico giallorosso che per la trasferta in terra sarda sarà ancora orfana di Dzeko. Alle 20.30 all’Olimpico andrà in scena Lazio – Sampdoria. I biancocelesti sono reduci da tre 1-1 consecutivi e nel’ultimo turno hanno subito il sorpasso del Milan. La differenza rispetto all’anno scorso sono i gol fatti, che in questa stagione non stanno arrivando con la stessa frequenza e in più Milinkovic Savic e Luis Alberto non stanno riuscendo a dare lo stesso apporto. I liguri  dopo un periodo di appannamento sono riusciti a tirarsi su con la bella vittoria sul Bologna. Quagliarella non si ferma più: per lui 134 gol in Serie A. Con la doppietta rifilata ai felsinei è riuscito a superare Pruzzo e Altobelli nella classifica all-time.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Federico Chiesa – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Nel lunch match ci sarà una sfida molto interessante tra Sassuolo e Fiorentina. Per i viola il momento è molto delicato. La vittoria manca dalla 7^ giornata e i gol di Simeone e di tutto il reparto avanzato non arrivano. Per Pioli una situazione non facile da gestire e il 12° posto in classifica preoccupa e non poco. I neroverdi dopo una bella partenza, hanno subito una piccola involuzione negativa di risultati. Agli uomini di De Zerbi mancano i gol in queste ultime gare e l’assenza di Boateng sta incidendo in maniera significativa. Al Castellani l’Empoli ospiterà il Bologna, in quello che sembra essere un vero e proprio scontro salvezza. Iachini è riuscito a dare una sterzata positiva. Dal suo arrivo sono arrivati 7 punti che hanno permesso ai toscani di fare un bel balzo in classifica, scavalcando appunto i felsinei. Per Pippo Inzaghi la gara contro i toscani sarà un crocevia importante per il proseguo della stagione. I soli 3 punti nelle ultime 5 partite hanno fatto sprofondare ulteriormente la compagine rossoblu ed ora i bonus per il tecnico ex Milan sono finiti. Il Parma ospiterà il Chievo di Di Carlo. I clivensi con l’arrivo del nuovo tecnico sono riusciti ad ottenere due pareggi molto prestigiosi contro Napoli e Lazio. La corsa salvezza sembra una “mission impossible” ma in caso di successo la situazione potrebbe prendere una sterzata molto positiva. Gli emiliani in questa prima parte di campionato hanno ben figurato e i 20 punti in classifica ne sono la dimostrazione. Anche nell’ultimo match di San Siro contro il Milan sono arrivate risposte che fanno ben sperare per il proseguo della stagione. D’Aversa però dovrà fronteggiare l’assenza di Gervinho: una perdita non di poco conto nello scacchiere tattico parmense. Alla Dacia Arena si sfideranno Udinese e Atalanta. L’arrivo di Nicola ha fruttato 4 punti nelle ultime due gare e sono serviti ai friulani per portarsi fuori dalla zona retrocessione. I bianconeri faticano a segnare: il solo De Paul non può bastare e c’è bisogno di ritrovare al più presto i gol di Lasagna. I bergamaschi, dopo 4 vittorie consecutive, sono incappati in due ko contro Empoli e Napoli. Quello del monday night brucia ancora perché giunto nei minuti finali e dopo aver giocato un ottimo calcio per molti tratti di gara. Il Marassi sarà il teatro dell’aperitivo domenicale tra Genoa e Spal. Di fronte ci saranno le squadre che hanno collezionato meno punti in queste ultime 5 giornate (2 punti per la Spal e 1 per il Genoa). Nella panchina del grifone ci sarà l’esordio per Prandelli che prende il posto di Juric. Il tecnico croato non è riuscito a trovare nemmeno un successo durante il suo ritorno e l’eliminazione in Coppa Italia contro l’Entella ha contribuito all’esonero. Per gli estensi il successo manca da 5 giornate(0-2 contro la Roma) e la crisi di risultati ha riportato con i piedi per terra la truppa di Semplici dopo lo splendido inizio di campionato e ha ridimensionato gli obiettivi dei ferraresi. Profumo d’Europa nel posticipo di questa 15^ giornata. A San Siro Milan e Torino voglio continuare la loro marcia. I rossoneri per mantenere il quarto posto mentre per i granata ci sarà una ghiotta opportunità per mantenersi nelle zone nobili della classifica. Gattuso, nonostante l’infermeria abbia messo in ginocchio la sua squadra, sta riuscendo a trovare risposte confortanti e il rientro di Higuain servirà ai rossoneri per continuare la corsa Champions. Per Mazzarri, il successo sancirebbe in maniera definitiva le ambizioni europee del Toro.

  •   
  •  
  •  
  •