Roma, De Rossi contro Totti? “Voleva farlo fuori”

Pubblicato il autore: SimonaLucia93 Segui


Pochi giorni dopo l’addio di De Rossi dalla Roma, il caos ha avvolto il club. L’ultima immagine che rimarrà impressa nella mente dei tifosi, è quella dell’abbraccio tra Totti e De Rossi. Purtroppo, però, non mancano i retroscena burrascosi di un intero anno molto intenso e colmo di difficoltà.

L’addio di De Rossi potrebbe essere un complotto

Secondo quanto riportato da Repubblica, sembra che l’addio annunciato da De Rossi sia frutto di una cospirazione contro l’ex Capitano, nonché numero 10, Totti. Difatti, Carlo Bonini e Marco Mensurati, hanno affermato che il centrocampista giallorosso ha complottato con i senatori Kolarov, Manolas e Dzeko, per far sì che l’ex Capitano venisse allontanato e sostituito in modo definitivo. Ovviamente, avrebbero poi richiesto anche la sostituzione del tecnico Di Francesco – legato moltissimo a Totti – e del direttore sportivo Monchi.

L’idea che possa trattarsi di un piano ben pensato da De Rossi, è stata poi confermata da una mail inviata a Lippie – da poco andato via dalla Roma – nella quale avrebbe informato Pallotta del malcontento generale dei giocatori, nei confronti di Totti, Di Francesco e Monchi. A tal proposito, il presidente ha deciso poi di informare i diretti interessati, causando mesi di gelo e di difficoltà tra De Rossi e Totti, rotto poi dall’abbraccio al termine della partita di domenica.

Il “complotto” capitanato da De Rossi

Stando a quanto riportato da Repubblica, nella mail inviata da Lippie, risulta che alcuni giocatori non fossero contenti dell’operato di Totti – accusato di trasmettere negatività nello spogliatoio – ma anche di Eusebio Di Francesco, poiché ritenevano il suo gioco “dissennato” e “dispendioso”. Inoltre, richiedevano l’allontanamento anche del direttore sportivo, Monchi, considerato un “narcisista”, il quale ha soltanto “riempito la squadra di giocatori per i quali vincere o perdere è la stessa cosa”. Nella mail in questione, Lippie ha sostenuto che la squadra soffrisse molto “la presenza di Totti“. Ha poi aggiunto: “è mal tollerato da coloro a cui ha consegnato il testimone e che pubblicamente non smettono di celebrarlo”.

Lippie ha poi sostenuto di aver ricevuto tali informazioni dal medico sociale, Riccardo Del Vescovo, e dal fisioterapista, Damiano Stefanini – molto legato a De Rossi. Entrambi, dopo la sconfitta di domenica, sono stati allontanati dalla squadra insieme a Di Francesco e Monchi.

L’abbraccio di De Rossi e i retroscena

Le tensioni tra De Rossi e Totti, sono state interrotte da un abbraccio avvenuto al termine del match di domenica 26 maggio. Un lungo abbraccio celato da un “non volevo” misterioso. Ancora non si sa chi abbia pronunciato quelle parole tanto strane, ma soprattutto non si conosce il motivo reale. Tuttavia, probabilmente non si trattava di un abbraccio riparatore per porre fine ai conflitti tra i due.

Dopo la sconfitta subita domenica 26 maggio – per le qualificazioni in Champions League – Di Francesco, Monchi, Stefanini e Del Vescovo, sono stati allontanati dal club. La verità non è stata divulgata, ma tutti si accontentano della versione che è stata fornita: la causa è da ricercare nei numerosi infortuni dei giocatori durante questa stagione sportiva. Soltanto all’interno degli spogliatoi si sa cosa abbia effettivamente spinto il club a prendere questa drastica decisione. Per ora resta ancora tutto avvolto nel mistero.

  •   
  •  
  •  
  •