Rugani al figlio che nascerà: “Ti racconteremo tutto questo”

Pubblicato il autore: Paolo Russo Segui

Daniele Rugani of Juventus FC looks on before the Serie A football match between Juventus FC and Brescia Calcio. Juventus FC won 2-0 over Brescia Calcio, at Allianz Stadium in Turin, Italy. 16th february 2020 (Photo by Alberto Gandolfo/Pacific Press/Sipa USA)

Ieri 15 aprile la notizia che ha fatto felici tutti, amanti dello sport e non. Daniele Rugani, così come il suo compagno di squadra Blaise Matuidi, è stato dichiarato completamente guarito dal Coronavirus. Casa Rugani è stata letteralmente travolta dalla gioia. Ora i pensieri di Rugani e della sua compagna Michela Persico possono ruotare tutti attorno al futuro. Un futuro che nascerà molto presto.

Rugani, il ritorno ad una vita normale

Daniele Rugani, attraverso un comunicato ufficiale del club Juventus F.C., è stato dichiarato guarito dal Covid-19. Una buona notizia che fa felici tutti, soprattutto in vista di un regalo speciale che sta per arrivare a casa Rugani, il primo figlio che assieme alla compagna Michela Persico aspettano da tempo. C’è tanta attesa ed emozione per questo avvenimento, specialmente dopo questo brutto periodo passato da quel 12 marzo 2020, quando per lui, e poi anche per Michela, è arrivato l’annuncio della positività al Covid-19.

Il futuro senza dimenticare il passato

Oggi è arrivato un messaggio speciale da parte dei futuri genitori Rugani. Su Instagram la coppia si è ritratta molto felice, in un post con le seguenti dichiarazioni in allegato: “Ti racconteremo di questi 35 giorni distanti. Ti racconteremo che era la scelta più giusta, ma anche di quanto sia stato difficile. Ma ti racconteremo soprattutto della bellezza di ritrovarci in quest’abbraccio, tutti e tre. Finalmente negativo, finalmente tutti insieme.” Un messaggio di speranza e di rinascita molto commovente da parte del difensore della Juventus. Alle parole si accompagna il gesto: la mano di Rugani è stretta con quella della compagna e sono entrambe poggiate sul ventre di Michela che custodisce il loro primogenito.

Bello, estremamente emozionante vedere come può rinascere la vita, quando a renderla ancora più forte vi è la speranza di un futuro migliore fatto di amore, complicità e sofferenza condivisa assieme. Il piccolo Rugani avrà tanto da imparare da mamma e papà, due esempi di vita sportiva e familiare.

Ora Rugani potrà riprendere gli allenamenti, così come i suoi compagni stanno già facendo da un mese nelle loro case, nell’attesa di riprenderli sul campo il 4 maggio. Poi sarà il momento di tornare in campo e farsi valere, sprigionando tutta la carica accumulata in questo mese.

  •   
  •  
  •  
  •