Parole di Chiellini su Balotelli, Luca Toni:”Un peccato che Giorgio non glielo abbia detto in faccia”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Negli ultimi giorni hanno fatto molto scalpore le anticipazioni delle parole del libro “Io, Giorgio”, autobiografia di Giorgio Chiellini, scritto con Maurizio Crosetti, in cui il difensore della Juventus e della Nazionale ha riservato delle vere e proprie bordate nei confronti di due ex compagni: Mario Balotelli e Felipe Melo.

Parole di Chiellini su Balotelli e Felipe Melo

Sull’attaccante in forza al Brescia, il centrale bianconero ha dichiarato che è una persona negativa senza rispetto alcuno del gruppo mentre, su Felipe Melo (alla Juventus dal 2009 al 2011), ha sottolineato la sua propensione alla rissa e allo scontro: “Balotelli è una persona negativa, senza rispetto per il gruppo. In Confederations Cup, nel 2013, non ci diede una mano in niente, roba da prenderlo a schiaffi. Uno anche peggio era Felipe Melo: il peggio del peggio. Con lui si rischiava sempre la rissa. Lo dissi anche ai dirigenti: è una mela marcia”.

Queste parole ovviamente hanno provocato la reazione dei diretti interessati, con  Mario Balotelli che ha replicato alle parole di Chiellini in una storia Instagram: “Io almeno ho la sincerità e il coraggio di dire le cose in faccia. Tu dal 2013 avresti avuto tante occasioni per farlo, comportandoti da vero uomo, ma non l’hai fatto. Chissà cosa dirai un giorno dei compagni di oggi, strano capitano. Se questo vuol dire essere un campione, allora preferisco non esserlo. E alla maglia azzurra non ho mai mancato di rispetto”.

Felipe Melo invece ha affermato: “Prima di tutto, sarebbe interessante conoscere gli episodi ai quali si riferisce. In ogni caso, per me non c’è nessun problema nel rispondere a ‘questo difensore’ (…) Quando ero a Torino, non ho mai mancato di rispetto a nessuno: ai compagni, ai dirigenti, alla Juventus in generale. A questo punto, però, per lui non ne ho per nulla. E mai ne avrò. Dice che Balotelli sia da prendere a schiaffi e che io sia il peggio del peggio e che si rischiava sempre la rissa per colpa mia? Beh, lui se la faceva sempre addosso… E poi, scusate: troppo facile parlare male degli altri con un libro. Forse ‘questo difensore’ è ancora arrabbiato con me perché, quando sono andato al Galatasaray, abbiamo dato loro degli ‘schiaffi’ eliminandoli dalla Champions League”

Intervistato il 9 Maggio dalla Repubblica, Giorgio Chiellini, non ha smentito le parole scritte nel libro e ha rincarato la dose:”Confermo, ma non ho rancore né mi interessa averne, se mi toccherà condividere qualcosa con loro lo farò. Non sono il migliore amico di tutti, però loro sono gli unici due ad essere andati oltre un limite accettabile. Per come sono fatto, il problema non è se giochi bene, male o se qualche volta fai serata, ma se manchi di rispetto e non hai dentro niente. Una volta va bene, se è ricorrente no”.

Il pensiero di Luca Toni sulle parole di Chiellini

Ovviamente le sue parole hanno scatenato il mondo dei social, dividendo coloro che lo attaccano per la mancanza di rispetto nei confronti dei suoi ex compagni e da chi invece lo elogia per essere stato sincero nella stesura del libro.
Questa tematica è stata ovviamente trattata in una delle tante dirette di Christian Vieri svolte in questo periodo complicato per tutto il mondo fermato dall’emergenza Coronavirus, per intrattenere e far divertire gli appassionati del mondo del calcio.

In una di queste dirette sull’argomento, oltre ad Antonio Cassano, è intervenuto Luca Toni che ha dichiarato: “I libri sono cose particolari, devi scrivere qualcosa di diverso, argomenti che attirino l’attenzione, ma è un peccato, come dice Mario, che Giorgio non gli abbia detto certe cose in faccia, però sicuramente Balotelli qualcosa avrà fatto (…) Avranno ragione entrambi, ma hanno sbagliato tutti e due a comportarsi così. Sono due personaggi e viene fuori un bel cinema tra di loro, è brutto che poi se la vedano sui social”

 

  •   
  •  
  •  
  •