Il -15 alla Juventus è solo l’inizio? I prossimi appuntamenti fanno tremare i bianconeri

Pubblicato il autore: MirkoMatteoni


Penalizzazione Juventus
La penalizzazione di 15 punti inflitta alla Juventus dalla Procura Federale è stato un vero e proprio terremoto nel mondo del calcio italiano. In attesa di conoscere le motivazioni ed il ricorso già annunciato dai bianconeri, sembra che i prossimi appuntamenti giudiziari possano essere ancora più pesanti per la Vecchia Signora.

Penalizzazione Juventus cosa rischia ancora?

La stangata subita dal club bianconero potrebbe essere solo l’inizio di una serie di sanzioni ben più pesanti per la Juventus. Sono ben 5 gli appuntamenti in cui è imputato il club con il caso più spinoso è “pericoloso” relativo al caso stipendi ed il conoinvolgimento anche della UEFA. I bianconeri infatti sono pronti ad impugnare la decisione del -15 per il caso plusvalenze giocando la carta del “è uso comune tra tutte le società” puntando così sulla disparità di trattamento.

Leggi anche:  Dove vedere Mondiale per club 2022, streaming gratis e diretta tv Sportitalia o Sky Sport?

Preoccupa la questione stipendi: rischio alto di altre penalizzazioni e sanzioni milionarie

A preoccupare però, sono le altre accuse ed in particolare il caso stipendi che potrebbe provocare un terremoto sia in termini di penalizzazioni che in termini economici. In primo luogo perchè la penalizzazione potrebbe essere ancora maggiore e non è detto che sia per questa stagione, ma potrebbe ricadere anche nella prossima. Da non sottovalutare è anche, come dicevamo, la sanzione pecunaria che prevederebbe “da uno a tre volte l’ammontare illecitamente pattuito o corrisposto”. Una pena economica in tal senso potrebbe realmente mettere in ginocchio le casse bianconere già alle prese con seri problemi e che non è detto Exor risanerà a vita.

Ricordiamo che l’inchiesta Prisma, appunto relativa al discorso stipendi, riguarda le stagioni 2019/20 e 2020/21 ed interessa ben 90 milioni di euro di stipendi. Dove oltre agli accordi pesa la gravissima mancata comunicazione alla Federazione. Questo è quanto recita l’articolo 31 del Codice di Giustizia Sportiva: “La società che pattuisce con i propri tesserati o corrisponde loro compensi, premi o indennità in violazione delle disposizioni federali vigenti, è punita con l’ammenda da uno a tre volte l’ammontare illecitamente pattuito o corrisposto”.

Per interderci in questo caso preoccupa la questione pecunaria in quanto, il solo accordo della cosiddetta “carta Ronaldo” ammonta a 19 milioni di euro. Inoltre gli stessi calciatori ed agenti rischiano un mese di squalifica senza contare le sanzioni della UEFA. Questi sono i motivi per cui il -15 comminato dalla Procura sembra essere solo la punta dell’iceberg. Intanto come riportato da “Libero” numerosi calciatori sarebbero pronti a dire addio alla Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •