Milan, Montella ripensa a Suso-Bonaventura. Con l’Inter si cambia per ripartire?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
montella

Milan, Montella cambia per il derby

Milan, Montella cambia per il derby? Prove tecniche di trasmissione oggi a Milanello. I rossoneri hanno giocato un test amichevole con la Primavera di Rino Gattuso. Gli uomini di Montella hanno vinto per 3-1, con gol di Borini, Mauri e Bonaventura. Proprio l’ex atalantino potrebbe essere una delle novità per il match di domenica sera contro l‘Inter. Il Jack di cuori sta cercando di recuperare una buona condizione fisica approfittando della sosta per le nazionali. Oltre a Bonaventura contro i nerazzurri potrebbe rivedersi anche Suso dall’inizio. Il Milan potrebbe schierarsi con un 3-4-2-1, con i due fantasisti dietro una punta. Nell’amichevole contro la Primavera di Gattuso non è stato rischiato Kalinic, che però è in grande recupero. Il croato, più di André Silva, dovrebbe essere il centravanti per il derby. Il portoghese però continua ad andare a segno con la sua nazionale. Non sarà facile lasciarlo in panchina, anche contro la Roma l’ex Porto è stato tra i pochi a salvarsi.

Leggi anche:  Cruciani scatenato sull'Inter: "Le sue sorti dipendono da un cretino, fa un po’ ridere e un po’ preoccupare. Conte ha torto marcio..."

Per quanto riguarda il resto della formazione Montella ha insistito su Borini a destra. L’ex Parma e Roma sembra ormai diventato la prima scelta in quella zona del campo al posto del lungodegente Conti. Montella poi dovrà valutare i nazionali al loro ritorno a Milanello per poter fare le sue scelte definitive. Bonaventura sarà certamente titolare, visto anche che Calhanoglu è squalificato. Al di là di schemi e uomini i rossoneri dovranno far vedere un atteggiamento diverso da quello avuto contro Sampdoria e Roma. Con l‘Inter serve cambiare marcia. Un altro stop potrebbe avere conseguenze inimmaginabili sulla stagione rossonera.

Critiche a Montella, chiarimento Berlusconi-Fassone

Nelle scorse ore c’è stata una telefonata tra Silvio Berlusconi e Marco Fassone. Argomento di discussione tra i due il fatto che le parole pubblicate dal Corriere della Sera pronunciate dall’ex presidente erano uno sfogo privato diventato pubblico. Franco Ordine, giornalista molto vicino alle cose rossonera conferma a Radio24:Berlusconi ha chiamato Fassone per dirgli che quanto apparso sul Corriere della Sera era uno sfogo fatto con alcuni amici, poi riferito e riportato dalla carta stampata”. Berlusconi, nonostante non sia più presidente, resta un tifoso del Milan. L’ex premier, come tutti quelli che hanno a cuore le sorti rossonere, vive un momento di sbandamento. Le grandi aspettative estive sono naufragate alle prime difficoltà. Montella e Bonucci sono tra i principali imputati, ma non sono gli unici colpevoli.

Leggi anche:  Inter-Milan 2-1, scontro Ibrahimovic e Lukaku: ecco le frasi dette

Il modo migliore per rispondere a tutte queste chiacchiere è giocare un grande derby. La stracittadina offre ai rossoneri una grande possibilità di riscatto. Al contempo è anche un grande rischio affrontare un’Inter in salute e che avrà la testa molto più libera del Milan. I rossoneri dovranno dare una risposta concreta sul campo, innanzitutto ai tanti tifosi che affolleranno San Siro. Montella e i suoi non avranno tante possibilità in campionato se falliranno anche il derby. Sarà il 15 ottobre, ma per il Milan sarà già un match senza appello. Il diavolo affila le armi, sperando che le Nazionali non creino altri problemi ai rossoneri.

  •   
  •  
  •  
  •