Sampdoria-Torino formazioni ufficiali: come scenderanno in campo le due squadre

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

TURIN, ITALY - JANUARY 06: Torino FC head coach Walter Mazzari looks on during the serie A match between Torino FC and Bologna FC at Stadio Olimpico di Torino on January 6, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images) probabili formazioni sampdoria-torino

Foto Getty Images © scelta da SuperNews


Sampdoria-Torino, le formazioni ufficiali:

Sampdoria-Torino, la situazione alla vigilia della gara

Probabili formazioni Sampdoria-Torino: nell’anticipo della ventitreesima giornata di Serie A, si affrontano i blucerchiati di Marco Giampaolo e i granata di Walter Mazzarri. Un vero e proprio scontro diretto che vale l’Europa: i doriani sono reduci dall’importante vittoria di domenica sera dell’Olimpico, nella quale Zapata affondò la Roma del tecnico Eusebio Di Francesco, mentre i granata hanno battuto in casa il Benevento per 3-0.
Entusiasmante il cammino casalingo della formazione di Giampaolo, dove su undici gare ne ha perse solo due, contro Lazio e Sassuolo. Il Torino, d’altro canto, sembra rigenerato dalla cura Mazzarri: l’ex tecnico di Inter e Watford ha raccolto sette punti nelle sue prime tre gare sulla panchina granata, in virtù della vittoria alla prima contro il Bologna, del pareggio contro il Sassuolo ed al successo di domenica scorsa contro i sanniti.
In Serie A Sampdoria-Torino si è giocata per 101 volte: bilancio leggermente positivo per i granata, che hanno vinto 34 gare contro i blucerchiati, 38 invece i pareggi, mentre sono state 29 le affermazioni dei padroni di casa. I granata, d’altro canto, al Marassi hanno vinto solo 6 volte, l’ultima delle quali nella stagione 1992/1993.
A dirigere l’incontro sarà il signor Gianluca Rocchi della sezione di Firenze: sono 19 le gare della Sampdoria arbitrate dal fischietto toscano, il bilancio conta 4 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte doriane. Sono invece 31 le gare del Torino dirette da Rocchi, si contano 12 vittorie, 8 pareggi ed 11 sconfitte.

Gli uomini di Giampaolo sinora hanno divertito giocando un calcio abbastanza piacevole: le ambizioni dei blucerchiati sono agguantare un posto per la prossima Champions League, ma sanno che la lotta è agguerrita più che mai. Nella sfida di oggi che vale l’Europa, il tecnico doriano dovrà fare a meno di Praet, che non ha partecipato alla seduta di allenamento di ieri. In attacco ritorna Quagliarella, che si candida per una maglia da titolare. Il modulo sarà il solito 4-3-1-2, con Viviano in porta, difesa composta da Berezskynski e Murru sui lati, così come domenica sera contro la Roma, mentre Silvestre e Ferrari dovrebbero essere i centrali di difesa. A centrocampo agiranno Barreto, Torreira e Linetty, con Ramirez trequartista alle spalle di Zapata e appunto Quagliarella. Il neo acquisto Belec è assente per squalifica, mentre Caprari partirà inizialmente dalla panchina.

Walter Mazzarri vuole proseguire con la sua personale striscia positiva: unica nota a favore è il ritorno di Andrea Belotti al centro dell’attacco, mentre Lyanco è ancora out alle prese con un fastidioso infortunio. La formazione sarà quasi identica a quella che ha battuto in casa il Benevento: Sirigu tra i pali, linea difensiva composta da N’Koulu e Burdisso centrali, con De Silvestri e Molinaro sulle fasce. A centrocampo Rincon è in pole per il ruolo di regista, mentre Baselli e Obi completeranno il reparto. In attacco, come detto, ritorna Belotti, con Berenguer e Iago Falque a completare il tridente. Ljajic partirà inizialmente dalla panchina, ma non è escluso un suo impiego a gara in corso, considerando le condizioni fisiche del calciatore.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Berezskynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto, Torreira, Linetty; Ramírez; Zapata, Quagliarella. A disposizione: Krapikas, Tozzo, Andersen, Regini, Sala, Strinic, Tomic, Alvarez, Capezzi, Verre, Caprari, Kownacki. Allenatore: Marco Giampaolo.

Torino (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Baselli, Rincon, Obi; Iago Falque, Belotti, Berenguer. A disposizione: Ichazo, Milinkovic-Savic, Ansaldi, Barreca, Bonifazi, Moretti, Acquah, Valdifiori, Edera, Ljajic, Niang. Allenatore: Walter Mazzarri.

  •   
  •  
  •  
  •