Roma-Torino, scatta l’ora di Schick: “Napoli sia un nuovo punto di partenza”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

 

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Roma-Torino, per Schick è il momento di sbocciare. Nella Roma che rinasce al San Paolo c’è ancora qualche fiore che deve sbocciare. Uno di questi è Patrick Schick. L’acquisto più costoso della storia della Roma, che ancora non ha giustificato gli oltre 40 milioni di euro spesi per portarlo a Trigoria. Scusanti ce ne sono tante, forse troppe. L’estate travagliata, i tanti infortuni e la difficile convivenza con Dzeko. Il centravanti bosniaco sarà squalificato contro il Torino, quindi ci sarà certamente Schick al centro dell’attacco giallorosso. 11 presenze e un solo gol, in Coppa Italia proprio contro il Torino, in stagione per il talento ceco. Troppo poco per chi ambisce ad essere un futuro top player. Di Francesco vuole di più da lui. L’allenatore giallorosso vuole cominciare a vedere qualcuno dei colpi visti nella passata stagione con la maglia della Sampdoria. 

Leggi anche:  Morte Maradona, il saluto di Dries Mertens: "Ti chiedo scusa se il mio nome è stato accostato al tuo"

Roma-Torino, Schick per difendere il terzo posto. La vittoria del San Paolo potrebbe essere stato il momento di svolta della stagione della Roma. I giallorossi hanno consolidato la posizione in zona Champions League, approfittando della sconfitta della Lazio contro la Juventus. Un successo che però non deve restare un fatto isolato. Di Francesco vuole delle conferme già venerdì contro il Torino. I giallorossi anticipano in quanto martedì prossimo saranno impegnati contro lo Shakhtar Donetsk in Champions League. C’è l’1-2 dell’andata da rimontare. Ma prima c’è il Torino di Walter Mazzarri da affrontare. I granata hanno già eliminato i giallorossi in Coppa Italia, proprio all’Olimpico. Quindi antenne dritte, il cammino verso l’Europa che conta è ancora lungo.

Roma-Torino con Schick, la primavera farà fiorire l’ex Samp?

Roma-Torino, partita da non fallire. Il grande freddo è alle spalle, anche la neve a Roma si sciolta. Si intravede la primavera. Di Francesco si augura che con la bella stagione i suoi rifioriscano dopo un lungo inverno. I giallorossi hanno vissuto un lungo periodo di crisi, coinciso anche con l’agitato mercato di gennaio. Il tecnico romanista contro il Napoli si è affidato alla vecchia guardia, con ottimi risultati. Per chiudere bene la stagione però Di Francesco ha bisogno anche del contributo dei nuovi acquisti. Schick innanzitutto. L’ex Samp non segna dallo scorso 20 dicembre, in Coppa Italia contro il Torino. Gol peraltro ininfluente, visto che i granata vinsero per 2-1 eliminando i giallorossi.

Leggi anche:  Dove vedere Napoli-Rijeka, live streaming Europa League e diretta tv Sky o TV8?

Roma-Torino, i giallorossi contro il tabù Olimpico. In casa De Rossi e compagni hanno faticato molto ultimamente, ma già stasera contro i granata di Mazzarri devono ritrovare il feeling perduto con le mura amiche. In campionato Schick è ancora a secco. Un’assenza prolungata nel tabellino dei marcatori che non si addice alle qualità del talento ceco. L’ex Sampdoria ha giocato da titolare contro il Milan, ma il suo contributo è stato quasi nullo. La Roma, con la vittoria di Napoli, sembra essersi scrollato di dosso le negatività delle ultime settimane. Torino, Shakhtar e Crotone chiuderanno un miniciclo fondamentale per il proseguimento della stagione. Tre partite da non fallire, per vivere al meglio la sosta. Tre appuntamenti da vivere sul filo della tensione, sapendo però che il peggio è passato. Vedi Napoli e poi risorgi. Di Francesco se lo augura di cuore, per Schick e tutta la Roma.

  •   
  •  
  •  
  •