Milan, notizie positive dall’infermeria: Cutrone e Romagnoli ok in vista del derby

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto Getty Images© per SuperNews

I rossoneri dopo due giorni di riposo torneranno al lavoro, oggi pomeriggio, alle ore 15, presso il centro sportivo di Milanello. Nel mirino vi è il derby di domenica sera contro l’Inter, sfida, come sempre, suggestiva e carica di significati, che metterà di fronte due squadre ambiziose e in salute che non vorranno lasciare punti per strada. Il Milan, attualmente, è decimo in classifica, a quota 12, ma con una gara da recuperare, ossia quella contro il Genoa, rinviata alla prima giornata, che si disputerà il prossimo 31 ottobre. Il “diavolo“, inoltre, naviga in buone acque anche in Europa League, essendo in testa nel girone F, a punteggio pieno, davanti a Betis Siviglia ed Olympiacos.

Dal 21 ottobre e per i successivi ventitré giorni, i rossoneri giocheranno ben cinque volte a San Siro: oltre che nel derby, la “Scala del Calcio” ospiterà le sfide di campionato contro Sampdoria, Genoa e Juventus, e il match di Europa League  con il Betis Siviglia, mentre in trasferta la banda di Gattuso farà visita al Betis, per l’appunto, e all’Udinese. Gare complicate in cui, però, il fattore casalingo potrebbe giocare un ruolo fondamentale. Dall’infermeria, nel frattempo, giungono notizie positive per quanto concerne Cutrone, Romagnoli e Caldara, tutti sulla via del recupero in vista del match contro l’Inter. Se per l’attaccante rossonero non è da escludere una sua apparizione a gara in corso, discorso ben diverso per il numero 13 del “diavolo” che potrebbe partire dal primo minuto al centro della difesa.

Leggi anche:  Dani Alves, stoccata alla Juventus: "Via perché hanno mentito"

Quest’oggi, intanto, torneranno a disposizione di “Ringhio” Gattuso la maggior parte dei calciatori impegnati con le rispettive nazionali, ossia: Donnarumma, Calabria, Ricardo Rodriguez, Calhanoglu, Suso, Bonaventura e Halilovic, mentre domani sarà il turno di Kessie, giovedì chiuderà i battenti l’uruguaiano Laxalt. Tra coloro che varcheranno i cancelli di Milanello, Donnarumma avrà il morale alto per aver disputato una buona gara contro la Polonia, conclusasi con un risultato positivo da parte degli azzurri, pollice su anche per Suso, finalmente apprezzato anche nel suo Paese, con il c.t. spagnolo Luis Enrique che stravede per lui, mentre Calhanoglu avrà voglia di riscattarsi con addosso la maglia rossonera, dopo due prestazioni opache con la Turchia al cospetto di Bosnia e Russia,  Bonaventura, invece, vorrà dimostrare di meritarsi molto più dei soli 24 minuti giocati con l’Italia nell’amichevole contro l’Ucraina.

Leggi anche:  Milan, pronto il rinnovo per Kessie fino al 2026

A Milanello, tra i big rimasti a disposizione di Gattuso vi sono Higuain e Biglia, i quali appaiono intenzionati a sfoderare tutte le loro potenzialità al fine di mettere in ginocchio i nerazzurri. Il “pipita” ha sino ad ora siglato 4 reti in campionato e 2 in Europa League, palesando un killer instinct degno di nota. Il suo feeling con Suso è impeccabile, così come con il resto dei compagni. Sarà lui l’uomo su cui “Ringhio” farà leva per scardinare la difesa interista al fine di portarsi a casa tre punti d’oro che permetterebbero al Milan di guardare il futuro con rinnovato ottimismo ed un’elevata dose di positività.

  •   
  •  
  •  
  •