Milan, Suso-Calhanoglu e il gol perduto. Gattuso gli darà ancora fiducia?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Suso-Calhanoglu, la coppia del gol perduto. Non c’è rosa senza spine. Lo sa molto bene Rino Gattuso. Nel Milan che ha ripreso a correre e che è al quarto posto c’è un doppio problema che assilla il tecnico rossonero. Questi interrogativi hanno il volto di Jesus Suso e Hakan Calhanoglu. Lo spagnolo e il turco stanno vivendo una crisi piuttosto grave, quella con il gol. L’ex Liverpool ha segnato un gol negli ultimi 3 mesi, a Genova contro i rossoblu di Prandelli. Peggio ancora l’ex Bayer Leverkusen, che in campionato non ha ancora segnato. Contro il Cagliari entrambi hanno avuto le loro buone occasioni, ma hanno fallito. Clamorosa quella di Suso, a tu per tu. Se il Milan ha fatto molta fatica a segnare in questa stagione, la “colpa” è anche di Suso e Calhanoglu. 

Leggi anche:  Dove vedere Atalanta-Udinese serie A in diretta tv o streaming: Sky o Dazn?

I due sono intoccabili per Gattuso. Il tecnico rossonero li schiera sempre, anche quando magari i tifosi invocano qualche chance in più per Laxalt o Castillejo. I due nuovi arrivati si devono accontentare delle briciole per ora, eppure sono stati buoni protagonisti contro il Napoli in Coppa Italia. La mancata qualificazione ai sedicesimi di Europa League non aiuta certo il minutaggio dei due mancini. Non gli resta che continuare a lavorare duro a Milanello, per convincere Gattuso a concedergli più minuti. Laxalt potrebbe giocare anche da terzino sinistro , ma anche in quel ruolo Ricardo Rodriguez sembra intoccabile. E squadre che vince non si cambia. Figuriamoci in vista dello scontro diretto di sabato sera a Bergamo contro la scatenata Atalanta di Gasperini.

Suso-Calhanoglu, quale futuro nel Milan per loro?

Finché ci sarà Gattuso sulla panchina del Milan è difficile pensare che  il duo turco-spagnolo venga smontato. Anche sabato prossimo i due verranno confermati,  a meno di clamorose e impreviste sorprese. Suso e Calhanoglu avranno un’altra grossa chance da poter sfruttare, in una partita che può fare da spartiacque nella stagione rossonera.  Il Milan è al quarto posto, ma un solo punto di vantaggio su Roma-Lazio-Atalanta. I nerazzurri bergamaschi in questo momento sembrano la squadra più pericolosa nella corsa al posto Champions League.

Leggi anche:  Pronto un altro rinnovo per l'Inter

A Bergamo servirà il miglior Milan della stagione: attento, pratico e coraggioso. Qualità che la squadra di Gattuso ha fatto vedere nell’annata in corso, ma troppo a corrente alternata. Piano piano il tecnico rossonero ha recuperato gli infortunati. Ora c’è anche Biglia abile e arruolabile, ma l’argentino non sembra ancora pronto per poter essere inserito nel centrocampo milanista. Anche perché Gattuso in mediana sembra aver trovato un’ottima quadratura: la corsa di Kessié, i muscoli di Bakayoko e la qualità di Paquetà. Un mix che si sta rivelando vincente, ma senza dimenticare quanto possa essere importante Biglia nello sprint finale. Gattuso si augura anche di ritrovare la vena realizzativa di Suso-Calhanoglu. Quanto prima, magari già da sabato a Bergamo. Almeno è quello che si augurano i tifosi milanisti.

  •   
  •  
  •  
  •