Atalanta, giovani in palla e innesti già in formato Champions

Pubblicato il autore: Marco Albo Segui

Con il 6-0 rifilato ieri pomeriggio al Renate, l’Atalanta fa en plein di vittorie in queste prime tre uscite stagionali. 20 gol segnati e uno solo subito sono lo specchio della condizione della squadra in questo momento. Sempre molto attiva in fase offensiva, ma soprattutto molto attenta dietro, piccolo particolare (forse neanche troppo) che sta molto a cuore a Gasperini, perché l’unica sbavatura che non ha permesso alla Dea di puntare ancora più in alto in campionato la scorsa stagione è stata propria la conta dei gol subiti, troppi per una squadra che tra due mesi disputerà la Champions League. In attesa che anche Zapata raggiunga il gruppo, proviamo a vedere insieme cosa ci ha lasciato questa prima parte del ritiro nerazzurro.

AMICHEVOLI ATALANTA: TANTI GOL E INNESTI IN FORMATO CHAMPIONS

GIOVANI E FORTI- Tra i 20 gol siglati in queste prime settimane i comuni denominatori sono i giovani Barrow, Colley e Traorè, autori di ben quasi 2/3 delle reti. Musa Barrow dopo la pesante stagione all’ombra di Zapata, sta ricercando il riscatto e non ci si poteva aspettare di meglio dal gambiano, sempre molto in forma in queste uscite stagionali. A lui si aggiungono altri due possibili nuovi innesti in prima squadra dalla Primavera come Colley e Traorè, artefici di una splendida stagione con la Primavera e non a caso detentori dello Scudetto con la maglia nerazzurra. Sarà difficile che entrambi possano salire contemporaneamente in prima squadra, ma nel caso più remoto, in cui il mercato non portasse di meglio nel reparto offensivo, forse anche a causa (o grazie) delle partenze di Cornelius e Kulusevski, è possibile che Gasperini possa stupire tutti e premiarli per la loro costanza.

Leggi anche:  Calciomercato, il Papu Gomez vicinissimo ad un club di Serie A. Ecco i dettagli

AD MAIORA- I tifosi nerazzurri però volevano vedere coi propri occhi i due nuovi acquisti che potrebbero davvero fa volare ancora più in lato la Dea. Malinovskyi e Muriel nonostante abbiano giocato spezzoni di partita, hanno comunque già dimostrato di aver assorbito in poco tempo i meccanismi tattici e tecnici di Gasperini. L’ucraino si è già fatto sentire in mezzo al campo, fornendo giocate e assist da vero campione; il colombiano per fortuna sembra aver recuperato almeno fisicamente dall’infortunio che lo aveva tenuto fuori quasi un mese, e le sue accelerazioni in profondità (e soprattutto questi gol iniziali) fanno ben sperare  per il prosieguo della stagione.
Ora l’Atalanta si recherà in Inghilterra dove anche il livello delle avversarie si alzerà e dove potremo davvero assaggiare di che pasta sono fatti questi nuovi innesti e queste giovani promesse sul quale Gasperini sembra davvero contare molto.

  •   
  •  
  •  
  •