Milan, Ibrahimovic al momento non rientra. Ecco il perché

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui

Tutte le squadre di Serie A si preparano a ripartire in vista della possibile ripresa del campionato. Anche in casa Milan, a Milanello, è tutto pronto per la ripresa degli allenamenti individuali e nella giornata di martedì 5 maggio sono state effettuate le visite mediche ai giocatori, ma al momento Zlatan Ibrahimovic resta ancora in Svezia. L’attaccante 38enne ha deciso di rimanere in Svezia in attesa di notizie ufficiali sulla ripartenza del campionato e tutto senza tensioni e d’intesa con il club rossonero, che ancora non ha ordinato a Ibra di rientrare a Milano.

Le possibilità del rientro di Ibrahimovic

L’attaccante svedese ha già dato la disponibilità a rientrare a Milano se il club glielo ordinasse e da parte della società rossonera non c’è alcun tipo di preoccupazione. Dal canto suo, però, Ibrahimovic sta tentando di prendersi tutto il tempo che può visto che in Svezia le misure anti-Coronavirus sono molto meno rigide ed è possibile allenarsi in gruppo. Il bomber svedese, da diverse settimane, si sta allenando con il suo Hammarby ed ha anche giocato un amichevole a porte chiuse dove è andato in goal. Una volta rientrato a Milano, Ibra dovrà sottoporsi all’autoisolamento di 14 giorni, obbligatorio per chi rientra in Italia, prima di tornare ad allenarsi ma in maniera individuale. Al momento non si hanno certezze e si avranno informazioni sul suo rientro appena arriveranno notizie certe sul confronto tra Figc, Governo, Comitato Scientifico, Aic e Lega Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •