Serie A, chi vuole ricominciare e chi no: Juventus, Lazio, Inter…

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

Mentre ci si interroga sulla data dell’ipotetica ripartenza del campionato di Serie A, giunge notizia da parte del quotidiano nazionale “Il Corriere della Sera” di una presunta spaccatura fra le 20 società che animano il massimo torneo calcistico nazionale, con addirittura tre fazioni che si sarebbero venute a formare nell’ambito della discussione sulla ripresa delle partite: i favorevoli, i favorevoli ma “prudenti” e i contrari.

Serie A, i favorevoli alla ripresa

Fra i club che spingono per una ripresa celere e immediata della Serie A vi è innanzitutto la Lazio di Claudio Lotito, che si trova a un solo punto dalla vetta e sogna di conquistare uno scudetto che in casa biancoceleste manca da 20 anni. A sostenere la posizione dei capitolini sono i “cugini” giallorossi della Roma e il Napoli di Aurelio De Laurentiis.

Serie A, i favorevoli ma “prudenti”

Vi sono anche altre squadre che concordano con la necessità di concludere la stagione corrente, predicando però prudenza e cautela prima di deliberare il via libera alla ripresa della Serie A. Si tratta, in particolare di Juventus, Milan, Sassuolo, Fiorentina e altre ancora.

Serie A, i contrari alla ripartenza

Il capitolo contrari è molto più ampio di quanto si possa immaginare. Pur avendo votato ufficialmente sì per lanciare un segnale in tema di diritti televisivi, tanti sono i club che non vorrebbero tornare a giocare. Si va dall’Inter di Steven Zhang al Torino di Urbano Cairo (con quest’ultimo contrario a playoff e playout). A questi, vanno aggiunte almeno Genoa, Sampdoria, Brescia e Udinese.

  •   
  •  
  •  
  •