Zapata, cosa succede all’attaccante? Serve ritrovare fiducia (e goal) per risollevare l’Atalanta

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Cosa sta succedendo a Duvan Zapata? Questa è la domanda che si pongono tutti analizzando l’andamento del colombiano nelle ultime settimane. Un problema non solo in termini di goal dove il numero 91 è a secco da quel fantastico 2-2 contro l’Ajax in UEFA Champions League, ma anche sul piano delle prestazioni: il match con il Mitjylland è stata una vera e propria batosta per uno dei giocatori più importanti della rosa nerazzurra. Il momento “no” capita a tutti (anche ai migliori), però lo stesso Zapata è da un po’ di settimane che non riesce a trovare la sua “pietra filosofale” in attacco.

A novembre si ci si era lasciati con un rendimento più o meno costante: ciò che non era stato siglato in campionato veniva compensato in Europa. Le Nazionali hanno influenzato (in buona parte) il rendimento dei giocatori nerazzurri, e Zapata dopo l’ultima pausa si è dimostrato tanto macchinoso quanto assente all’interno dell’area di rigore: poca aggressività sotto porta, duelli fisici (un cavallo di battaglia per il colombiano) quasi sempre persi ed infine l’assenza di goal. Contro un Verona lanciato verso l’alta classifica si sono riscontrati piccoli miglioramenti, ma è stato un fuoco di paglia, e in Champions League ha disputato, a detta di molti, la peggior prestazione da quando veste la maglia nerazzurra. Il nervosismo della squadra non aiuta di certo a risollevare il morale, e a Duvan occorre recuperare fiducia. Zapata è un giocatore che il goal li sa fare, e come è accaduto due anni fa che è bastato sbloccarsi a Bologna per intraprendere la linea di un campionato strepitoso, anche qui basta un attimo per ingranare: dove necessita principalmente il sostegno dell’intera squadra (oltre a lucidità e unione tra mister e giocatori).

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  SKY o DAZN? Dove vedere Genoa Cagliari in tv e in streaming, Serie A 19° giornata
Tags: