La classifica della Serie A dopo la 26esima giornata

Pubblicato il autore: Realdo Amadio Segui


La classifica della Serie A vede sempre l’Inter in testa a +6 sul Milan e +10 sulla Juventus. 
Conte vola grazie alla vittoria 1-0 sull’Atalanta nel posticipo. Decisivo un calcio d’angolo battuto dal ritrovato Eriksen: la traiettoria crea un parapiglia in area e Skriniar ne approfitta infilando Sportiello con una rasoiata precisissima. L’Atalanta esce invece a testa alta da San Siro, ma resta momentaneamente quinta a 49 punti.

Nell’anticipo del sabato sera, la Juventus batte 3-1 in rimonta la Lazio. Al 14esimo minuto, Correa approfitta dell’ennesimo errore in fase di impostazione dei bianconeri e spiazza Szczesny. La rimonta, avviata da Rabiot al 39esimo, viene completata nella ripresa da Morata e Chiesa. L’ex Fiorentina innesca il contropiede e serve allo spagnolo il gol del 2-1. Poi lo stesso Morata chiude la partita su rigore. Il Milan sbanca a Verona con il gran gol su punizione di Krunic e il primo gol in Serie A di Dalot. Con la vittoria 1-0 sul Genoa, la Roma sale a 50 punti e riconquista il quarto posto in classifica. Decide la zuccata di Mancini su assist del solito Pellegrini (sesto assist in campionato). Il Napoli sale a 47 punti grazie alla doppietta di Insigne. Il capitano apre e chiude le danze nella partita con il Bologna. Torna al gol anche uno straripante Osimhen. Per Mihajilovic invece, un solo punto nelle ultime 3 partite. Dopo Sanremo, ora dovrà cantarle anche ai suoi.

Leggi anche:  Spezia-Inter, probabili formazioni: Perisic titolare, Italiano si affida a Piccolo

Si accende la lotta per non retrocedere. Bene Cosmi. Rischiano Parma e Torino

Pazzi finali di partita a Firenze e Genova. L’Udinese di Gotti sale a 32 punti. I friulani stendono il Sassuolo con le reti dei due ex Juventus, Llorente e Pereyra. Il Crotone di Serse Cosmi batte e inguaia il Torino con un sonoro 4-2. Ora i granata sono terzultimi a 20 punti. Per gli uomini di Nicola sarà fondamentale non perdere nei recuperi con Sassuolo e Lazio. Semplici ancora imbattuto sulla panchina del Cagliari. Naingollan pareggia al 96esimo minuto, negando la vittoria alla Sampdoria di Ranieri. I rossoblu salgono a 21 punti, mentre la Samp è decima a 32. Spezia e Benevento si accontentano del pari e restano appaiate a 26 punti. A 26 punti c’è anche la Fiorentina. I viola agguantano il Parma sul 3-3. Decisivo l’autogol di Iacoponi al 94esimo. D’Aversa rimane così penultimo a 16 punti, con un solo punto di vantaggio sul Crotone ultimo nella classifica della Serie A.

Leggi anche:  Calciomercato, tutti su Vlahovic: non solo Milan e Roma, arriva anche la Juve

Nel prossimo turno le ultime quattro della classifica della Serie A affrontano le big. Ecco il programma completo della 27^giornata

Venerdì 12 marzo
Lazio-Crotone, ore 15.00
Atalanta-Spezia, ore 20.45
Sabato 13 marzo
Sassuolo-Verona, ore 15.00
Benevento-Fiorentina, ore 18.00
Genoa-Udinese, ore 20.45
Domenica 14 marzo
Bologna-Sampdoria, ore 12.30
Torino-Inter, ore 15.00
Parma-Roma, ore 15.00
Cagliari-Juventus, ore 18.00
Milan-Napoli, ore 20.45

 

  •   
  •  
  •  
  •