Superlega, anche la Roma dice no: “Fortemente contrari”

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini Segui

Superlega Roma
La Superlega rischia di rimanere senza abbastanza partecipanti. La competizione, che in teoria prevede 15 squadre fisse più 5 a rotazione, vede al momento solo 12 squadre iscritte. Dopo il no di Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Paris Saint-Germain, gli organizzatori hanno proposto a Napoli e Roma di entrare. Ma mentre De Laurentiis tentenna, la società giallorossa ha già preso una decisione. Con un comunicato ufficiale dichiara: “Siamo fortemente contrari al modello chiuso. È totalmente in contrasto con lo spirito del gioco. Non vediamo l’ora di continuare il lavoro con Lega Serie A, Figc, Eca e Uefa per far crescere il calcio”.

La Roma rifiuta la Superlega: a chi chiedere ora?

Dopo l’assemblea della Lega Serie A riguardo la creazione della Superlega, i 17 club non coinvolti hanno espresso il loro dissenso, tra questi anche la Roma. In particolare non è piaciuto il modo in cui Agnelli ha difeso la sua idea. Per dare il via alla competizione servono 15 club fissi. Ma dopo i no tedeschi, oltre alle due big si è aggiunto pure il Lipsia, e francesi, Florentino Perez, neo presidente della Superlega, si è rifugiato di nuovo in Italia in cerca di consensi. Ma la Roma ha rispedito al mittente la proposta, nonostante la proprietà americana potesse giovare dell’internazionalizzazione della competizione. E ora a chi chiedere? Le squadre europee blasonate ci sono, ma che allo stesso tempo sono rinomate nei mercati esteri sono rimaste poche. Senza un accordo con la Uefa sarà dura per le 12 organizzatrici mandare avanti questa rivoluzionaria idea. Nelle prossime settimane capiremo meglio cosa sarà del mondo del calcio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gianni Infantino si rivolge alla Super League: "Con Juve, Real e Barcellona saremo rigorosi"
Tags: , ,