Zlatan Ibrahimovic, nessuna violazione della zona rossa: ecco cosa è successo veramente

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

ibrahimovic al ristorante
IBRAHIMOVIC AL RISTORANTE? NESSUN PRANZO CON GLI AMICI: ECCO COSA E’ SUCCESSO – Già nell’occhio del ciclone per il rosso ricevuto durante Parma-Milan di sabato, nelle ultime ore è circolata la notizia, riportata soprattutto da Fanpage.it, di una violazione della zona rossa da parte di Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese del Milan. Secondo la ricostruzione, domenica 11 aprile Ibra sarebbe andato a pranzo in un locale milanese, seppure quest’ultimo dovesse rimanere chiuso in quanto la Lombardia era in zona rossa. Essendo anche stato il testimonial della campagna di sensibilizzazione al Covid per la Regione Lombardia, il calciatore è stato fin da subito tacciato di poca coerenza. In realtà, però, le cose non sarebbero andate così: ecco cosa è successo.

Ibrahimovic al ristorante, arrivano smentite: semplice incontro di lavoro con pochi intimi

“Usa la testa e rispetta le regole: distanziamento e mascherine”. Così diceva lo spot per il quale Ibra era stato scelto come testimonial della Regione Lombardia: chiaramente, non appena è fuoriuscita la notizia di un possibile pranzo “illegale” da parte dello svedese si è alzato un gran polverone, con indignazione generale.
In realtà, però, ora stanno arrivando smentite. Già il proprietario del ristorante milanese, Tano Simonato, aveva negato così l’accaduto: “Ibra, Ignazio con un altro amico carissimo sono venuti a trovarmi, siamo stati lì un paio d’ore e poi se ne sono andati a casa. È stata una cosa tra amici, normali, siamo amici e noi ogni tanto ci vediamo da me se non ci vediamo da altri amici. Non hanno pranzato, da amici abbiamo bevuto un bicchiere di vino“.
Secondo ricostruzioni riportate da altre testate, poi, Ibrahimovic si sarebbe trovato nel locale all’ora di pranzo per un ritrovo di lavoro con poche persone, per parlare di business. Insomma, nessun pranzo non autorizzato o violazione di zona rossa: per ora lo svedese non si è ancora esposto ufficialmente, ma non dovrebbe aver commesso alcun tipo di infrazione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Conte: futuro all'Inter?