UFFICIALE: José Mourinho è il nuovo allenatore della Roma

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini Segui

mourinho roma
La notizia è ufficiale: José Mourinho è il nuovo allenatore della Roma. Il portoghese ha firmato un contratto fino a giugno del 2024. Le cifre sono rimaste segrete, per volontà di entrambe le parti. Dopo l’ufficialità dell’esonero di Fonseca, il nome in pole era inizialmente quello di Maurizio Sarri. C’erano già stati incontri tra il club e il suo entourage, ma il club ha dichiarato che riguardavano il mese di gennaio. Negli ultimi giorni poi, lo Special One aveva dichiarato la sua volontà di tornare ad allenare in Italia. Desiderio esaudito dalla dirigenza giallorossa che per la prossima stagione vuole un allenatore blasonato per riportare la Roma ad alti livelli.

Roma, le parole di Mourinho e Tiago Pinto dopo l’annuncio

Come riportato sul proprio account Twitter, la società giallorossa ha reso noto ai tifosi l’arrivo di Mourinho, che ha espresso le prime parole da neo allenatore: “Ringrazio la famiglia Friedkin per avermi scelto a guidare questo grande Club e per avermi reso parte della loro visione. Dopo essermi confrontato con la proprietà e con Tiago Pinto ho capito immediatamente quanto sia alta l’ambizione di questa Società. Questa aspirazione e questa spinta sono le stesse che mi motivano da sempre e insieme vogliamo costruire un percorso vincente negli anni a venire. L’incredibile passione dei tifosi della Roma mi ha convinto ad accettare l’incarico e non vedo l’ora di iniziare la prossima stagione. Allo stesso tempo, auguro a Paulo Fonseca le migliori fortune e chiedo ai media di comprendere che rilascerò dichiarazioni solo a tempo debito. Daje Roma!”. Dopo l’annuncio ha parlato anche il direttore sportivo Tiago Pinto“Mourinho? Impressionati dal suo desiderio di vincere. Sarà l’allenatore perfetto per il nostro progetto”.

Mourinho alla Roma: cosa cambia nella Capitale

L’arrivo di José Mourinho sposta gli equilibri per la prossima stagione. La Roma quest’anno ha dimostrato di faticare molto contro le big del nostro campionato. Lo Special One ha dimostrato però nel corso della sua carriera di saper preparare le sfide che contano. Un esempio è il doppio incrocio tra Inter e Barcellona, dove il portoghese sia all’andata che al ritorno ha preparato perfettamente la partita dal punto di vista tattico bloccando i fenomeni catalani. Oppure la tesissima sfida tra Chelsea e Liverpool del 2014, utile per la cavalcata al titolo. Una vittoria netta per 0-2 dei blues, guidati allora dal portoghese, che rovinarono in modo fatale il cammino dei Reds in quella stagione. Mourinho è l’uomo giusto per gestire una piazza difficile come quella della Roma. I tifosi pretendono tanto, ma José ha più volte dimostrato di saper tirare fuori il meglio nelle situazioni in cui si trova sotto pressione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Bologna-Arnautovic è fatta: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia