Rigore Torino-Inter, diffuso audio sconcertante tra Guida e Var

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto


Continuano le polemiche dopo il grave errore nel match tra Torino e Inter, dove l’arbitro Guida e il Var, coordinato da Massa, non hanno visto il plateale rigore per i granata. Una situazione che ha sconvolto il mondo della classe arbitrale. Non si riesce a capire come sia possibile che l’arbitro Guida, posizionato bene e senza intralci nella visuale non sia stato capace di giudicare rigore il fallo netto di Ranocchia su Belotti. Per i due pesanti sanzioni: il fischietto della sezione di Pompei dovrà stare fermo per 3 settimane circa, mentre Massa, al Var, una sanzione più dura: almeno un mese di stop. In queste ore il Corriere della Sera ha pubblicato il dialogo da brividi tra i due arbitri.

Guida e Var, il dialogo: “palla, poi piede”

Ingiustificabile e indifendibile l’errore di Guida e Massa. I vertici dell’AIA si sono molto infuriati, considerandolo la svista più grave da quando c’è questa nuova tecnologia. Non a caso le maggiori colpe sono andate alla sala Var e all’arbitro Massa. A differenza del collega sul rettangolo verde di gioco, Massa ha potuto rivedere con calma il contatto da più angolazioni, come vi proponiamo nel video a fine articolo.

Leggi anche:  Mercato Inter, Dumfries spaventa i nerazzurri: ecco il motivo

Agli occhi dell’addetto al Var, Ranocchia colpisce prima il pallone e poi il piede di Belotti, constatando come non ci fossero gli estremi per un penalty. Nell’audio diffuso dal Corriere della Sera, si sente esplicitamente per tre volte: “Palla e poi piede“. Un audio da brividi se si pensa che è accaduto l’esatto contrario. Uno sbaglio pesante se si pensa che l’Inter ha poi trovato la rete solamente nel finale di gara, condizionando notevolmente la corsa per lo Scudetto.

Essendo ritenuto ancora più colpevole di Guida, il ligure Massa sarà fermato per un periodo più lungo, probabilmente un mese, con un possibile passaggio anche in Serie B. Lo stop tra i confini nazionali non gli impedirà peraltro di dirigere domani sera Lille-Chelsea di Champions League: l’UEFA non cambierà la sua designazione. Poi per rivedere all’opera lui e Guida servirà aspettare che finisca il ‘castigo’ deciso dall’AIA

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: , ,