Calhanoglu: “Inter molto più forte del Milan, Ibra infantile. Sul derby perso…”

Pubblicato il autore: Mattia Passariello


Intervistato dall’emittente turca Tivibu Sport, il centrocampista dell’Inter Hakan Calhanoglu non le ha mandate a dire. Soprattutto all’ex compagno di squadra (ed ex amico) Zlatan Ibrahimovic.

Calhanoglu risponde a Ibra: “Ha 40 anni e sembra ne abbia 18”

Stuzzicato dall’intervistatore sulle provocazioni dello svedese durante i festeggiamenti per il titolo, l’ex milanista è stato netto: “È un uomo di 40 anni, io non farei niente di tutto ciò alla sua età, non è un 18enne. Gli piace essere sempre al centro dell’attenzione. Non ha dato il suo contributo per lo scudetto del Milan, non ha quasi mai giocato. Fa di tutto per attirare l’attenzione dei tifosi. Non mi interessa ciò che dice, è una persona che da quando siamo a Milano mi ha chiamato spesso per uscire insieme. Lo rispettavo. Ha anche scritto di me nel suo libro, doveva scrivere queste cose o il libro sarebbe rimasto vuoto. Non gli rispondo, meglio non rispondergli”.

Il turco ha parlato anche del suo passaggio all’Inter, non risparmiando anche una critica all’attuale tecnico Simone Inzaghi per il derby perso in campionato contro il Milan. “Il passaggio all’Inter è stato difficile, ma ho lavorato sodo. Ero consapevole di arrivare nel club campione d’Italia, una grande sfida per me. Qui sono molto felice, al Milan nessuno gridava il mio nome come invece fanno qui, lo fanno anche solo mentre mi sto scaldando per entrare. Purtroppo non abbiamo rivinto, ma l’Inter è molto più forte del Milan. Abbiamo perso il derby perché improvvisamente io e Perisic siamo stati sostituiti al 75′. Anche l’allenatore ha delle responsabilità in quella partita. Poi in coppa li abbiamo battuti 3-0″. 

Per Simone Inzaghi, tuttavia, ci sono anche parole al miele: “Capisce molto di calcio, è una brava persona e sta sempre vicino alla squadra. Mi ha voluto fortemente e anche la sua insistenza è stata importante per la mia scelta”. Nella serata di ieri Calhanoglu è tornato sulle sue dichiarazioni su Inzaghi e il derby, precisando che “alcune parole sono state mal interpretate e che non ho mai criticato nessun allenatore, tantomeno Inzaghi che ritengo un grande tecnico e mi ha voluto fortemente all’Inter dandomi fiducia”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Amichevoli Inter estate 2022: calendario, date o orari delle partite in programma