Serie C, Play-Off: ipotesi di promozione per sorteggio

Pubblicato il autore: Paolo Russo Segui


Qualcuno sgranerebbe gli occhi, ma le soluzioni per far fronte ad una situazione di tale emergenza possono essere anche altamente drastiche. Per non accontentare e scontentare nessuno per via diretta, si lascerà forse alla sorte decidere il futuro delle squadre di Serie C che attualmente si trovano nella zona Play-Off.

Serie C, un capitolo volto al termine

Il campionato di Serie C è di sicuro il più in pericolo di tutti, dopo ovviamente quello dei Dilettanti. Lo stop alle gare è un grosso rischio per quelle società che incassano la maggior parte delle loro entrate grazie agli introiti dei botteghini e grazie agli sponsor. Il prossimo 4 maggio ci sarà l’Assemblea di Lega Pro e in tale occasione verranno discusse diverse ipotesi riguardo la risoluzione dei campionati, dopo che la maggior parte dei 60 club di Lega Pro ha affermato la propria volontà di non voler continuare per via della drastica situazione sanitaria che incombe nel nostro paese. Il protocollo della commissione medica della FIGC per il proseguimento della stagione è applicabile solamente alla Serie A ed è insostenibile per i club di Serie C.

Play-Off Serie C, ci si affiderà alla dea bendata?

Con la sospensione definitiva del campionato a cui si appresta la Serie C, si fa largo un’ipotesi molto particolare e che sicuramente farà storcere il naso a molti, ma una situazione d’emergenza come questa non può che richiedere soluzioni di eccezionale emergenza. I Play-Off, a cui hanno diritto le prime dieci squadre del campionato di Serie C (escluse le prime classificate dei tre giorni), potrebbero svolgersi non sul campo, ma per sorteggio e quindi per volontà della dea bendata: la fortuna. Ebbene sì, passerebbero di diritto le prime tre dei gironi A,B e C, mentre le squadre in zona Play-Off dei tre gironi si contenderebbero, tutte contro tutte, la promozione in Serie B tramite sorteggio. Ovviamente, il tutto verrà messo in atto seguendo il regolare percorso dei Play-Off, ovvero si avanzerà per turni, fino alla finale che, di tutta fortuna, deciderà la neopromossa.

A questa ipotesi, di cui si discuterà nell’Assemblea di Lega Pro del 4 maggio, va aggiunto il blocco delle retrocessioni dalla Serie C ai Dilettanti e il blocco dei ripescaggi in Serie C e Serie B. Queste soluzioni di sicuro non piaceranno a quei club che con tanta fatica si erano guadagnati la seconda e terza posizione assicurandosi direttamente il passaggio ai Play-Off nazionali.

L’ultima parola, in ogni caso, spetterà al Presidente della Federcalcio Gravina e al Consiglio Federale.

  •   
  •  
  •  
  •