L’addio di Lewandowski dà il via a un domino di attaccanti

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco


Già dalla giornata di ieri è ufficiale: Robert Lewandowski non rinnoverà il suo contratto col Bayern Monaco. I bavaresi hanno provato fino all’ultimo a rinnovargli il contratto ma il bomber polacco ha deciso di cambiare squadra. Alla soglia dei 34 anni e dopo 344 gol con la maglia del Bayern, il numero 9 ha dichiarato ufficialmente la sua volontà di non rinnovare. Già da gennaio in Spagna circola la voce di Lewandowski al Barcellona e a fine contratto la squadra catalana è pronta a dargli il numero 9.

 

Il passaggio di Lewandowski al Barcellona darà il via a un domino di attaccanti. Haaland ha ufficializzato il suo passaggio al City, lasciando l’eredità ad Adeyemi. Borussia che aveva anche tentato il colpo Dybala, oggi sempre più in ottica Inter. L’Inter, a sua volta, potrebbe perdere Lautaro Martinez, con l’Atletico Madrid sulle sue tracce. Simeone sarebbe disposto a lasciar andare Joao Felix – su cui è forte il PSG – in caso di ingaggio del Toro. E a Parigi ci sarebbe sempre meno spazio per Mauro Icardi, ormai ai margini della rosa, che la Juventus prenderebbe con piacere per sostituire Dybala. E occhio anche alle situazioni Depay e Lukaku.

Leggi anche:  Rinnovo Leao, il portoghese rompe il silenzio: le sue parole dal Qatar

La prossima potrebbe rivelarsi una sessione di mercato infuocata, con le big europee pronte a non lasciarsi sfuggire le occasioni.

  •   
  •  
  •  
  •