La finale di ritorno River-Boca si giocherà il 9 dicembre a Madrid

Pubblicato il autore: SimonaLucia93 Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La finale di Coppa Libertadores River-Boca, che sarebbe dovuta entrare a far parte della storia del calcio sudamericano, ha subito non pochi disagi. A cominciare dalle polemiche dovute al nomignolo “Riber” – nomignolo che si rifaceva agli eventi del 2011 che hanno visto il River Plate scendere rapidamente in serie B.

La finalissima River-Boca, si sarebbe disputata sabato 24 novembre, ma purtroppo, degli scontri incivili hanno fatto sì che i giocatori del Boca Juniors non fossero in grado di giocare. Un gruppo di tifosi del River Plateha preso d’assalto il pullman della squadra avversaria, colpendo i vetri e rischiando di far perdere il controllo all’autista. Molti giocatori sono rimasti feriti, così la partita è stata rimandata al giorno seguente, il 25 novembre. Nuovamente, però, la Conmebol ha stabilito che i giocatori non fossero nelle condizioni giuste per poter disputare il match.

La decisione della data della finale River-Boca sarebbe dovuta essere stabilita in sede di riunione, il giorno martedì 27 novembre. Molte erano le decisioni da dover prendere e, quindi, sono servite diverse ore e altri giorni per poter giungere al verdetto finale che stabiliva il giorno esatto della finale River-Boca, ma soprattutto il luogo.

Leggi anche:  Buffon torna al Parma: accordo raggiunto e fascia da capitano pronta

Dopo la riunione di martedì, si era deciso di giocare la finalissima al di fuori dell’Argentina, intorno all’8 e il 9 dicembre. Molti sono stati gli scontenti e il presidente del Boca Juniors, aveva chiesto di far squalificare il River Plate, con la possibilità di avere la vittoria a tavolino, in seguito agli scontri nei pressi dello stadio. Dunque, il rischio che l’attesissima finale di ritorno non si sarebbe disputata, era alto.

Arrivano le conferme, invece, dalla Conmebol – organo di controllo del calcio sudamericano –  secondo le quali, il ricorso del Boca Juniors è stato respinto e, pertanto, il River Plate non sarà squalificato – ma avrà comunque una doppia sanzione: due giornate a porte chiuse, dalla prossima stagione e 400mila dollari di multa. Inoltre, Alejandro Dominguez ha confermato che la finale di Coppa Libertadores si giocherà a Madrid, al Santiago Bernabeu.

Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"

Il match inizierà alle ore 20:30 locali e, allo stadio, al contrario di quanto avvenuto all’andata – terminata con 2-2 – e la finale di ritorno non disputata al Monumental, potranno essere presenti entrambe le tifoserie. A decretare la decisione ufficiale per la sede della finale di Coppa Libertadores River-Boca, sono stati i presidenti dei due club. In particolare perché in Spagna è presente una consistente comunità di argentini.

Tra le varie proposte, il Doha – preso in considerazione per i rapporti tra la Conmebol e la Qatar Airways -, Camp Nou, di Barcellona e la sede brasiliana di San Paolo. Invece, sono state scartate Asuncion, Miami e Genova – che aveva inviato una lettera del Comune.

Come stabilito dalla Conmebol, i tifosi delle due squadre, per assistere alla finale di Coppa Libertadores River-Boca, avranno un aiuto economico per le spese di viaggio. Di fatti, il comunicato della Conmebol, in seguito alla riunione di martedì 27 novembre per il rinvio della finale di ritorno River-Boca, precisava:

Leggi anche:  Buffon al Parma, il commento di Bargiggia: "Mi fa tristezza, la sua storia non ha senso"

La Conmebol, come sua facoltà e con l’obiettivo di garantire il termine sportivo della Libertadores, ha deciso quanto segue:
a. La gara di ritorno del 2018 della Coppa Libertadores sarà giocata tra l’8 e il 9 dicembre, in orario e sede da definirsi nel più breve termine possibile (la decisione è soggetta a quanto verrà stabilito dal Tribunale Disciplinare)
b. La Conmebol si farà carico di viaggio, albergo, cibo e traslochi interni fino a un numero di 40 persone per delegazione
c. La Conmebol stabilirà le misure di sicurezza con le autorità corrispondenti”.

Già da martedì, le due squadre potranno allenarsi nei centri sportivi spagnoli. Finalmente, è ufficiale: la finalissima River-Boca si giocherà, dopo tante decisioni, tanta attesa e tanti ostacoli. Speriamo non ci siano altri imprevisti.

  •   
  •  
  •  
  •