Marelli: “Ecco perché non c’è l’audio di Inter-Juventus”

Pubblicato il autore: Paolo Russo Segui

MILAN, ITALY – February 13, 2020: Miralem Pjanic of Juventus FC in action during the Coppa Italia semi final football match between AC Milan and Juventus FC. (Photo by Nicolò Campo/Sipa USA)

Come ormai già noto da alcuni giorni, l’audio tra l’arbitro Orsato ed il VAR della partita Inter-Juventus dell’aprile 2018, pare non si trovi da nessuna parte. Qualcuno ha alzato un polverone per questo, gridando subito allo scandalo. L’ex arbitro Marelli ha voluto chiarire la questione dicendo la sua.

Luca Marelli sull’audio di Inter – Juventus 2018

Luca Marelli di Como, esordisce come arbitro di Serie A nel 2005. Finisce la sua avventura in Serie A nel 2008 e conta un totale di 15 presenze più 58 in Serie B.

Da uomo del settore ha voluto dire la sua sulla complicata vicenda che si è venuta a creare, a due anni di distanza, attorno all’episodio controverso del fallo di Pjanic su Rafinha di Inter-Juventus dell’aprile 2018.

Il tormentone è tornato alla luce dopo le dichiarazioni dell’ex procuratore della FIGC, Giuseppe Pecoraro, che affermava che, dopo aver richiesto gli audio del match tra Orsato ed il VAR, non veniva rinvenuta la parte riguardante il fallo di Pjanic (per alcuni da giallo, il secondo per il centrocampista della Juventus, quindi rosso).

Luca Marelli ha dichiarato a Tmw Radio, nel corso del programma Maracanà: “Inter-Juventus del 2018? Alla fine della partita, il file audio viene inviato all’Ifab, per capire il funzionamento del VAR. Tutti i casi da VAR vengono registrati. Il file non va né alla Lega né all’AIA. Il VAR non può intervenire sul secondo giallo, per questo non c’è l’intervento di Valeri. Quell’audio non c’è perché non esiste, non c’è mai stato.”

  •   
  •  
  •  
  •