Mughini: “Spadafora non si intende di sport”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Il ministro delle politiche giovanili e dello sport, Vincenzo Spadafora, continua ad essere al centro degli attacchi mediatici. Non si placano, infatti, le continue critiche al suo operato e alla sua gestione dello sport, in particolar modo del calcio, durante la pandemia da Coronavirus che ha colpito il nostro paese in questo periodo. Dopo gli attacchi di Cruciani, Renzi e Ravazzani, si unisce al coro anche Giampiero Mughini, noto giornalista e opinionista televisivo, famoso per le sue dichiarazioni sempre pungenti.

La ripresa del campionato – Mughini è interventuo ai microfoni di Sportmediaset, nella rubrica Home Sweet Home, sulla vicenda che vede coinvolto il campionato di Serie A, argomento principale di queste settimane. Il noto giornalista ha così dichiarato: “Spadafora? Non ha deciso nulla, non si intende di sport. D’altronde di questi qua non so chi si intende di cosa, anzi ho capito benissimo che nessuno si intende di nulla, infatti era gente che prima di entrare alla camera non faceva niente. Staremo a vedere” commenta duramente Mughini.

Il caso Chiellini-Balotelli – Parole forti nei gironi scorsi quelle di Giorgio Chiellini, capitano e difensore della Juventus, che nel suo libro “Io Giorgio” attacca Balotelli: “E’ da prendere a schiaffi“. Non si è fatta attendere la risposta di SuperMario che prontamente ha attaccato il difensore azzurro: “Non sei un vero uomo“. Su questa polemica, Mughini risponde: “Giorgio (Chiellini ndr.) è un ragazzo in gamba. Se ha pronunciato determinate parole, vuol dire che le covava da sempre. I giudizi su Balotelli, come compagno di squadra, vanno verso quella direzione“.

La Juve di ieri e di oggi – Infine spazio per la sua Juventus, dando un giudizio sull’operato di Maurizio Sarri: “La Juventus dell’ultima partita contro l’Inter mi è piaciuta tanto, quella della partita in Champions contro il Lione è stata veramente una tragedia” afferma Mughini. Su un possibile ritorno di Pogba alla corte della Vecchia Signora, l’opinionista mostra il suo scetticismo: “Io non credo che Pogba tornerà. Questa volta il postino non bussa due volte“. Tra Del Piero, Ronaldo e Platini, se dovesse scegliere, Mughini non avrebbe dubbi: “Sceglierei Platini, era una macchina perfetta. Lanciava a 40 metri Boniek e la metteva dentro in tutti i modi. Un giocatore che incantasse come lui non l’ho mai visto” conclude Mughini.

  •   
  •  
  •  
  •