Guerra in Ucraina, Gravina: “Ospiteremo i profughi e il campionato ucraino”

Pubblicato il autore: andrea terreni


Pasquale Gravina è tornato a parlare della situazione relativa alla guerra in Ucraina in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Il Presidente della FIGC è stato categorico sull’impegno che il nostro paese e la nostra federazione avrà per aiutare in ogni modo il popolo e gli sportivi ucraini.

La Federazione Italiana Giuoco Calcio vuol rispondere in maniera concreta al bisogno di aiuto, “Siamo pronti a ospitare i profughi ucraini e a ospitare le loro gare”, afferma ancora Gravina. Si tratterebbe di un’iniziativa senza precedenti per motivazioni riguardanti un conflitto in corso.

Guerra in Ucraina, Gravina esprime il pieno sostegno per ospitare le gare del campionato ucraino

“Sto vivendo male la questione ucraina, così come la stanno vivendo tutti coloro che hanno rispetto verso la vita e la dignità umana” ha continuato nelle sue dichiarazioni Gravina, ammettendo di quanto la situazione nell’ex regione sovietica stia colpendo profondamente il suo spirito.

Leggi anche:  Cagliari, le parole di Liverani verso Frosinone: "Gara stimolante, andremo per vincere"

L’Italia e la sua federazione non staranno a guardare senza fare niente. “Il calcio sta mostrando una compattezza mai esistita prima. Questo sport è un fenomeno di aggregazione sociale formidabile. Ci siamo mossi compatti e coerenti, urlando a gran voce il nostro no alla guerra

Poi ha parlato anche della situazione relativa alla Superlega, confermando quanto aveva già sostenuto in passato. Difficile in questo momento soffermarsi sull’analisi delle situazioni difficile che sta vivendo il nostro calcio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: