Mourinho: “La Lazio sta fumando la sigaretta a casa con Sarri”

Pubblicato il autore: Margot Grossi


José Mourinho è stato intervistato al termine di Roma-Vitesse dal giornalista Angelo Mangiante di Sky Sport. La squadra capitolina è passata grazie al pareggio di testa di Tammy Abraham al 91′. Il centravanti inglese si conferma così capocannoniere della Conference League, con 7 gol segnati.

Mourinho commenta Roma-Vitesse

Per Mourinho, l’importante era raggiungere l’obiettivo qualificazione: “Certo, la qualificazione è arrivata. In questo tipo di competizioni si aspetta più qualità da tutti, non solo dalla Roma. Da tutti, poi alla fine qualcuno va a casa e qualcuno va al sorteggio. E per fortuna nostra noi questa sera siamo al sorteggio”.

Sulla prestazione della Roma: E’ una squadra che ha delle limitazioni. Abbiamo delle limitazioni a diversi livelloi. Però abbiamo vinto e qualche mese fa tutti parlavano di noi, di non avere capacità durante la partita di riuscire a controllare un risultato, di non vincere con la Juve, e così via. In questo momento si parla di noi all’opposto. E’ una qualità: non penso che è una qualità eterna. Esistono dei momento, in questo momento siamo in questa fase positiva di otto, nove, dieci partite senza sconfitta”.

I complimenti a Thomas Letsch

La gara è stata complicata, ma Mourinho strappa un doppio sorriso, menzionando anche il rivale del prossimo Derby, Maurizio Sarri: L’1-0 era sicuramente un gran rischio. Abbiamo provato fino alla fine a giocare per cercare di chiudere nel tempo normale. Però loro bravi, qualche volta c’è una tendenza solo di dire ‘questi scarsi, questi non hanno qualità, questi non hanno giocato bene’. Per loro non è stato così. Io ti dico veramente, il loro allenatore, io non lo conoscevo. Gli ho fatto i complimenti a fine partita, una squadra messa bene. Loro hanno giocato fantastico. La dinamica dei tre difensori, il procedimento di Dasa che veniva al centro, veniva a sinistra di qua di là. Io sono contento perché abbiamo passato il turno. Non sono contento perché chi ha giocato oggi giocherà anche domenica: quelli della Lazio stanno fumando la sigaretta a casa con Sarri”.

E ancora, le congratulazioni per Thomas Letsch: “Io dico veramente, il loro allenatore è bravo. Questa partita andava vinta, non gestita. Noi abbiamo preparato la partita con un obiettivo unico che era di vincere la partita. Non abbiamo mai pensato a controllare il risultato. Non abbiamo mai pensato a se pareggiamo, passiamo il turno. L’abbiamo preparata nell’unico modo che aiutava a vincere la partita”. Poi i complimenti a Maximilian Wittek, autore della rete al 62′: “Questo ragazzo ha tanta qualità nella sua gamba sinistra”.

Next stop, la Lazio di Maurizio Sarri

José Mourinho spiega quali sono stati i problemi riscontrati questa sera: “Ho sempre detto di lavorare su tre cose: la prima le palle inattive da controllare; la seconda è quando uno dei difensori loro ha la palla in profondità, dobbiamo attaccare; la terza è quando perdiamo la palla e siamo squilibrati. Abbiamo peccato solo sulla terza: abbiamo perso tutte le palle, non abbiamo fatto una bella partita dal punto di vista tattico. La Roma ha avuto il carattere di giocare una partita nonostante dei limiti. El Shaarawy non giocava da quinto, giocava da terzo attaccante. Loro hanno fatto tanto. Però siamo stati noi nelle due partite ad avere delle situazioni migliori. Maurizio fuma la sua sigaretta oggi, mentre io vado a casa a pensare alla prossima partita. Ciao ciao”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Serbia-Svizzera, GRATIS in streaming e diretta Tv