Maldini: “Non ricordo di aver mai festeggiato così tanto, forse perché…”

Pubblicato il autore: Margot Grossi


Paolo Maldini ha ripercorso le tappe che hanno portato il Milan allo scudetto, in uno special DAZN sul campionato di Serie A 2021/2022.

Paolo Maldini spiega le vittorie chiave del Milan

Il direttore tecnico ha spiegato l’importanza della vittoria contro la Lazio: “Quella contro la Lazio è stata una vittoria chiave, è stata determinante per la vittoria dello scudetto. Un pareggio avrebbe complicato la corsa verso lo scudetto”.

La squadra ha mostrato carattere fin dal primo momento, oltrepassando anche gli ostacoli. Maldini si è espresso così a riguardo: “Il nostro spirito è stato combattivo fin dal primo giorno. Non abbiamo mai preso scuse. Abbiamo superato momento difficili, infortuni, Covid e anche qualche errore arbitrale, senza però mai prendere scuse”.

Sul pareggio con il Bologna: “Abbiamo perso due punti in casa contro il Bologna che aveva fatto un’ottima gara anche in casa della Juventus. Chi nel 2022 ancora pensa che certe partite siano facili poi viene sorpreso”.

Il confronto con l’Inter e l’ultima partita con il Sassuolo

Sul confronto con l’Inter nella corsa allo scudetto: “Siamo stati più forti, più costanti, più sul pezzo. Siamo stati più pronti a reagire alle difficoltà e a sfruttare le occasioni. Se fossimo inciampati con Verona, Fiorentina o Atalanta non avremmo vinto lo scudetto”.

Sul gol di Theo all’Atalanta Maldini ha chiarito: “E’ un gol che solo Theo può fare”.

Sull’ultima partita di campionato contro il Sassuolo: “Con quella cornice di pubblico tutta rossonera, le possibilità di non vincere lo scudetto erano davvero poche”.

Sui festeggiamenti per il trionfo: “Sinceramente non mi ricordo di aver mai festeggiato così tanto. Forse ha influito tanto il fatto di non vincere nulla da undici anni”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mercato Inter, Dumfries spaventa i nerazzurri: ecco il motivo

Leave A Response