Brescia Pisa 0-2, Taverniti: “Se ci fosse Petroni la situazione si risolverebbe in tre minuti”

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Brescia Pisa 0-2, Taverniti: “Se ci fosse Petroni la situazione si risolverebbe in tre minuti”

Tabellino di Brescia Pisa 0-2, valida per il secondo turno di coppa Italia. Le dichiarazioni dell’avvocato Vincenzo Taverniti rilasciate dopo la gara

Brescia Pisa 0-2, giocata domenica 7 agosto 2016 allo stadio di Rigamonti è terminata con la vittoria dei nerazzurri contro ogni aspettativa. Dopo le vicende societarie che stanno facendo tribolare un’intera città, il cuore e la determinazione della squadra abbandonata a se stessa ma supportata dalla vicinanza dei tifosi hanno avuto la meglio. Il Pisa ha vinto ed ha passato il turno di Tim Cup e sabato 13 agosto affronterà la Salernitana in una gara ad eliminazione diretta. L’impresa dei nerazzurri rimarrà nella storia e al termine della partita tutti i giocatori hanno regalato ai tifosi pisani le magliette, che sicuramente finiranno incorniciate a ricordo di un momento tanto tribolato.

Brescia Pisa 0-2, il tabellino

I circa 100 tifosi pisani arrivati a Brescia non hanno mancato di ribadire la loro vicinanza a Gennaro Gattuso e la protesta contro l’attuale proprietà. A sorpresa poco prima dell’inizio della gara sono arrivati il figlio di Fabio Petroni, che attualmente è agli arresti domiciliari e l’avvocato Vincenzo Taverniti, l’unico che ha rilasciato delle dichiarazioni ufficiali dopo la partita. Il Pisa allenato da Gianluca Colonnello ha travolto gli uomini di Christian Brocchi, anche lui all’esordio sulla panchina della Leonessa. Il tabellino è tratto da La Nazione online.

Brescia (4-3-3): Minelli; Calabresi, Antonio Caracciolo, Somma, Nicola Lancini; Ndoj, Modic (21′ s.t. Camara), Bisoli; Rosso (33′ s.t. Bertoli), Bonazzoli, Morosini (26′ s.t. Vassallo). A disposizione: Arcari; Gagno; Cistana; Coly; Strada; Mangraviti; Boniotti. All: Brocchi.
Pisa (4-3-3): Ujkani; Avogadri, Lisuzzo, Golubovic, Del Fabro; Di Tacchio, Mannini, Verna; Diego Peralta (26′ s.t. Lupoli), Lores Varela, Sanseverino (6′ s.t. Colombatto). A disposizione: Giacobbe; Micchi; Salvi; Makris; Cardelli; Kernezo; Favale; Fautario. All: Colonnello.
Arbitro: Marco Serra di Torino.
Assistenti: Giovanni Colella di Padova e Enrico Caliari di Legnago. Quarto ufficiale: Lorenzo Maggioni di Lecco.
Reti: 18′ p.t. Mannini; 19′ s.t. Verna.
Note: ammoniti: Ndoj; Verna; Nicola Lancini; Lisuzzo; Mannini; Calabresi – angoli: 14-3 per il Brescia – recupero: 2′ e 3′ – spettatori: 7.000 circa.

Brescia Pisa 0-2, le dichiarazioni di Vincenzo Taverniti

L’unico rappresentante della società nerazzurra che ha parlato era anche l’unico dei due presenti, insieme al figlio di Fabio Petroni, attualmente con la carica di vicepresidente. Vincenzo Taverniti ha rilasciato dichiarazioni molto stringate e anche leggermente ironiche, ma è comprensibile il suo disappunto considerando la rivolta in corso a Pisa per riportare sulla panchina Gennaro Gattuso e cambiare dirigenza. L’intervista è tratta dal sito Tuttopisa.it.

“Questa è la mia ultima dichiarazione da consigliere del Pisa. Per questo voglio ringraziare tutti i ragazzi e il tecnico Colonello per la professionalità dimostrata. Questa squadra ha dato un segnale forte, che deve farci riflettere. Io spero che tutti insieme potremmo raggiungere un unico obiettivo. E’ uscito un comunicato stampa che ha spiegato la situazione. La scelta del tecnico sarà importante. Nei primi giorni della nuova settimana verrà annunciato il nome. In questo momento non sono la persona più informata sulle questioni societarie, posso solo dire che fino ad ora ho lavorato solo con il cuore, senza aver ottenuto gratificazioni economiche. Io da quello che ho visto e sentito non sono a conoscenza di nessuna trattativa con fondi internazionali. Fino al 13 c’è una situazione di prorogatio: io voglio solo lavorare fino a quel giorno per il bene del Pisa. Ringrazio tutti i tifosi per questi otto mesi che ho trascorso qui. Ho conosciuto persone importanti, però da lunedì farò un passo indietro e verrà presentato il nuovo presidente. Pensavamo che la personalità di Mian potesse riportare un po’ di serenità e lo presenterò anche a Calleri. Il gruppo Italpol è interessato a entrare nel Pisa, ma non ho certezze in tal senso perchè in questo momento sono fuori. Se ci fosse Petroni la situazione si risolverebbe in tre minuti“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: