Napoli, De Laurentiis vuole riprendere il campionato

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Napoli – Sono ore decisive per conoscere le sorti di questo campionato di calcio. In questi minuti si sta svolgendo l’incontro LIVE sulla ripresa della Serie A tra il comitato scientifico e la FIGC, per decidere se e quando riprendere a giocare. Proprio oggi il Presidente Gravina ha confermato ai microfoni de La Repubblica l’intenzione di voler completare il regolare svolgimento del campionato.

Quello della ripresa dei campionati è stato il tema più dibattuto nelle ultime settimane, tanto da creare una vera e propria frattura interna alla Lega tra i Presidenti che si erano detti favorevoli all’annullamento del torneo e quelli che, invece, da settimane sollecitano la ripresa dell’attività agonistica. Tra questi, Aurelio De Laurentiis. Il patron del Napoli, già nel giorno della samta Pasqua, aveva affermato, rivolgendo gli auguri ai propri tifosi di “Stare lavorando per una ripresa che sia veloce nella sicurezza della salute di tutti”.
Oggi, dalle pagine de La Repubblica, si apprende che il Presidente azzurro starebbe già programmando il ritorno in campo per la ripresa degli allenamenti e, come scrive il quotidiano, avrebbe sollecitato telefonicamente tutta la squadra a tenersi pronta, con la convinzione di poter riaprire i cancelli di Castel Volturno nel giro di due settimane al massimo. Prima di riprendere gli allenamenti gli atleti verranno ovviamente sottoposti ai controlli necessari imposti dai protocolli sanitari per accertare la negatività di ciascuno al virus.

Serie A, non solo il Napoli e verso la ripresa

Il Napoli non è però l’unica squadra pronta a riprendere gli allenamenti. In casa Lazio, il Presidente Lotito e il suo responsabile alle comunicazioni, Arturo Diaconale, hanno intrapreso una vera e propria guerra dialettica che, nel corso delle settimane, è venuta a coinvolgere oltre alle istituzioni calcistiche e ad altri club di Serie A, finanche esponenti della comunità scientifica come il professor Giovanni Rezza, epidemiologo, a capo del dipartimento per le malattie infettive dell’ISS. I biancocelesti si sono prodigati già da tempo per completare la messa in sicurezza dei propri impianti e poter soddisfare così tutti i criteri necessari per tornare in campo. non a caso, il centro di Formello è stato sottoposto di recente ad un’opera di sanificazione che dovrebbe garantire un ambiente asettico in cui poi sottoporre gli atleti ai controlli propedeutici per una ripresa in piena sicurezza.

  •   
  •  
  •  
  •