Galeone su Allegri: “Sicuro torna a giugno. Non escluderei la Juventus”

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini Segui

Allegri
L’ex allenatore Giovanni Galeone ha parlato, in un’intervista per la Gazzetta dello Sport, del futuro di Massimiliano Allegri, in particolare alla Juventus. Dopo due anni di stop, secondo Galeone l’allenatore livornese, suo ex calciatore e ora amico, è sicuro di avere una panchina per la prossima stagione. Lo dichiara al quotidiano rosa: “L’ho sentito un paio di giorni fa ed è certo di tornare a giugno, quindi avrà qualcosa in mano. Io non gli chiedo cosa e non voglio che me lo dica. Ma l’ho sentito molto deciso. I rapporti con Agnelli sono ottimi, quando ha lasciato non c’erano attriti, non si sono abbandonati completamente. Non so se il ritorno sia possibile, ma non lo escluderei a priori”.

Allegri e la Juventus, un amore mai finito

Massimiliano Allegri e la Juventus hanno avuto una storia d’amore da film. Arrivato come successore di Conte, ha subito dovuto affrontare il malcontento dei tifosi. Piano piano in silenzio, com’è nel suo stile, ha modificato la Vecchia Signora portandola per ben due volte in finale di Champions. Dopo 5 anni di successi, il volere di Agnelli era avere un stile di gioco europeo. Ma ne il “sarrismo”, ne per ora il “calcio dinamico” di Pirlo sembrano averlo convinto, forse perché proprio come diceva un livornese: “Lo spettacolo si fa al circo, conta il risultato”. La fine del rapporto tra la Juve e Max non è stata una rottura violenta, segnata magari da un litigio, ma anzi è sembrato più un arrivederci che un addio. Dopo due anni infatti, il ritorno di Max in bianconero sembra una possibilità. Anche se non per motivi di lavoro, Allegri e Agnelli hanno visto il derby della Mole assieme a Forte dei Marmi. Già due anni fa, prima di andarsene, nel famoso faccia a faccia tra i due che ha sancito l’addio del tecnico livornese, c’era stato un confronto su come ripartire vista l’evidente chiusura del ciclo. Sebbene Allegri avesse già tutto chiaro in testa, presentando al presidente la necessità di cambiare mezza rosa, per Agnelli la Juventus non era “alla frutta” ma, anzi, le mancava poco per vincere la Champions League. Ancora una volta aveva ragione il vecchio Max. Questa volta verrà ascoltato e lo vedremo di nuovo in bianconero?

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Il campione argentino si avvicina al Barcellona e allontana la Juve?