Ricostruzione Juve: il punto dopo la disfatta di Coppa

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


RICOSTRUZIONE JUVE, CHI RESTA E CHI ARRIVA – Non è giusto dare già per finita la stagione della Juve, visto che manca ancora un bello spezzone di campionato (nel quale i bianconeri sono in testa) e la Champions League, e forse non è neanche giusto il processo mediatico che sta avvenendo nei confronti di Sarri. Però è normale che, dopo due finali perse consecutive e prestazioni sempre al di sotto delle aspettative, salvo rari e isolati casi, si possano iniziare a tirare le somme nei confronti di alcuni giocatori. Ecco dunque chi potrebbe restare e chi potrebbe arrivare.

Ricostruzione Juve, far cassa per ripartire con gente fresca

Alcuni giocatori sembrano spaesati, non solo da dopo la ripresa ma anche già da inizio campionato. Altri, benché criticati, potrebbero comunque meritarsi la riconferma. In ogni caso, in casa Juve, urge una ventata d’aria fresca, con giocatori giovani e forti che possano essere funzionali al progetto (sempre che il suddetto progetto resti in mano a Sarri). Dunque, proviamo ad immaginare una ricostruzione analizzando le necessità ruolo per ruolo.

Leggi anche:  La bomba di Pedullà: "Gattuso ad un passo dalla Juventus, poi però..."

RICOSTRUZIONE JUVE, PORTIERI – Resta Szczesny, resta Buffon, resta Pinsoglio. In porta, non ci dovrebbero essere stravolgimenti: l’unica incognita è legata al possibile mancato riscatto da parte del Genoa di Perin: se torna a Torino, comunque, gli si troverà una sistemazione altrove.

RICOSTRUZIONE JUVE, DIFENSORI – Bonucci e Chiellini restano, col capitano che ha rinnovato per un’altro anno. Resta ovviamente anche De Ligt, così come Demiral, nonostante le voci di mercato che volevano un interesse dello United. Possibile l’addio di Rugani, mai utilizzato da Sarri: al suo posto, la Juve prenderebbe un giovane da far crescere, come ad esempio Kumbulla del Verona o Salisu del Valladolid. Capitolo terzini: Alex Sandro è ormai un senatore, Danilo dovrebbe restare ed anche Cuadrado dovrebbe trovare una collocazione definitiva come terzino. Via, invece, De Sciglio, eterno incompiuto: se parte, occhio a Emerson Palmieri, al rientro di Pellegrini oppure all’opzione Marcos Alonso.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

RICOSTRUZIONE JUVE, CENTROCAMPISTI – Tocchiamo un tasto dolente? Tra i centrocampisti, restano solo Bentancur e Matuidi al 100%. Pjanic è ormai la controfigura di sé stesso, e Sarri sta iniziando a farlo sedere sempre più spesso in panca. Deludentissimi i due parametri zero Rabiot e Ramsey: per il primo è già pronto un biglietto destinazione Liverpool, sponda Everton dove Ancelotti lo aspetta, per il secondo si parla di alcune big di Premier tra cui United e Tottenham. Khedira piace a Sarri, i tifosi lo apprezzano, ma gioca una volta ogni tre mesi: il fisico non regge più. E allora chi può arrivare? Il sogno, solito, è Paul Pogba, abbastanza inarrivabile soprattutto quest’anno. C’è un interesse per alcuni talenti italiani, come Castrovilli o Tonali. Poi, idee Aouar e Arthur (nell’operazione che potrebbe portare Pjanic a Barcellona): la ricostruzione sarà totale.

RICOSTRUZIONE JUVE, ATTACCANTI – Ovviamente resta in sella CR7, nonostante le critiche di questo periodo è un intoccabile. Così come resterà anche Dybala, dopo la scorsa travagliata estate. Higuain non resterà con ogni probabilità: River in pole, poi West Ham più difficile. Douglas Costa è un’incognita: Sarri lo apprezza, ma non dà molte garanzie fisiche. La Premier lo chiama, lui potrebbe anche restare. Bernardeschi potrebbe essere un’utile pedina di scambio, magari per Zaniolo: con la Roma, si è parlato anche di Kluivert e Under, col Barcellona si è parlato di Dembelé. in ogni caso, dovrebbe partire. Nomi papabili per arrivare a Torino sono Federico Chiesa e, soprattutto, Arek Milik: il centravanti polacco è il sostituto ideale di Higuain, e le ultime partite stanno rivelando come la presenza di un attaccante di peso sia fondamentale per lo schema tattico bianconero e per far andare al massimo Cristiano Ronaldo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: