José Mourinho e le partite ribaltate grazie ai cambi

La panchina della Roma fa ancora una volta la differenza: la formazione di José Mourinho, grazie ai suoi cambi nei minuti finali di gara è riuscita più volte a ribaltare le partite. Ecco tutti gli eventi in cui è accaduto: da Sardar Azmoun a Stephan El Shaarawy

Servendosi delle sostituzioni, José Mourinho è riuscito spesso a cambiare la sua Roma, ottenendo i punti nei minuti finali della partita. Contro l'Udinese, la Roma si è imposta per 3-1, portandosi in quinta posizione e superando Fiorentina e Atalanta. Il successo è arrivato grazie anche ai cambi del tecnico portoghese, che nella ripresa ha schierato Stephan El Shaarawy, Edoardo Bove e Sardar Azmoun. Tutti e tre sono entrati in modo diverso, nelle due reti segnate dai giallorossi tra l'82esimo e il 90esimo minuto, regalando i tre punti alla propria squadra. Punti sacri ai fini della classifica.

Leggi anche:  Roma-Genoa, streaming gratis e diretta tv SKY o DAZN? Dove vedere Serie A

José Mourinho vince grazie ai cambi: gol e assist arrivati dalla panchina

Da qualche tempo, la panchina della Roma ha iniziato a fare la differenza. Specialmente negli ultimi match, sono tanti i calciatori giallorossi che entrando nel secondo tempo hanno cambiato il risultato delle gare.

Grazie ai gol o alle giocate di qualche giocatore subentrato negli ultimi minuti, sono arrivati ben 9 punti. Gli autori sono stati El Shaarawy, Aouar, Spinazzola, Azmoun e Belotti, con il primo che è andato in doppia cifra. Mentre le reti dell'algerino e del numero 37 sono stati ininfluenti, quelle degli altri hanno cambiato le carte in tavola.

Aouar è entrato al 73' per far compagnia a Big Rom e ha stravolto la partita contro il Lecce, trovando l'1-1 al 91'. La rimonta è stata poi conclusa da Romelu Lukaku al 94', con conseguente esplosione dell'Olimpico.

Leggi anche:  Torino-Milan, streaming e diretta TV: Sky, NOW o DAZN? Dove vedere Serie A

Il Faraone con i suoi due gol ha regalato gioie grandissime a José Mourinho e tutto l'impianto capitolino. La prima si è verificata contro il Monza di piatto al 90', vittoria meritata ma con Di Gregorio che aveva negato in più occasioni. Il numero 92 della Roma era entrato al 63' al posto di Bove per dare una mano in più in fase offensiva, giocando con un uomo in più, dopo il doppio giallo di D'Ambrosio al 41'. L'altra segnatura c'è stata ieri contro i friulani, grazie al quale l'incontro è stato chiuso, facendo risalire i capitolini al quinti posto. Buoni assist da parte di chi è entrato nella ripresa: Nicola Zalewski contro il Lecce per Azmoun; Edoardo Bove di mancino ha servito ieri El Shaarawy in area prima del tiro a giro all'angolino. Con 10 gol negli ultimi 15 minuti dunque, la formazione di Mourinho ha conquistato 7 punti, ed è la migliore della Serie A per reti nel finale di gara.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Torino-Milan: le scelte di Juric e Pioli