Mourinho: "Lukaku così importante a Milano? Calhanoglu che va dal Milan all'Inter una è una meraviglia"

José Mourinho ha parlato oggi in conferenza stampa, prima della partita di Europa Leauge, Roma-Slavia Praga. Tra i temi toccati, anche quello riguardo il passaggio di Romelu Lukaku dall'Inter alla maglia giallorossa. Ecco come si è espresso l'allenatore portoghese

José Mourinho sulla panchina della Roma

José Mourinho ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League, Roma-Slavia Praga. Espulso contro il Monza, tra i tanti temi si è concentrato su come la piazza interista stia preparando l'accoglienza a Romelu Lukaku. Domenica 29 ottobre infatti, andrà in scena il big match Inter-Roma.

José Mourinho, il commento sugli arbitri e poi sulla studiata accoglienza di Romelu Lukaku per Inter-Roma

Il tecnico giallorosso ha dichiarato di vedere due pesi e due misure nei suoi confronti, da parte degli arbitri. Poiché a chiederglielo è stato proprio un giornalista, lui ha risposto: "Anche tu lo pensi con la domanda che ami hai fatto".

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Ighli Vannucchi: "Grande sfida tra Thiago Motta e Conte. L'Inter la più completa, avrei tenuto Pioli. Kvaratskhelia? Mi blinderei al Napoli..."

L'attaccante belga si sta preparando a Milano anche mentalmente: "Domani giocherà, è una partita difficile e importante per noi, senza Dybala e Pellegrini lo è ancora di più. Non pensavo che Lukaku fosse così importante a Milano, perché quello che ha fatto lì, vincendo uno scudetto e altre coppe, lo hanno fatto duecento giocatori nella storia dell'Inter. Sarà interessante da vedere, è andato dall'Inter alla Roma ad aiutare il suo mister, è un dramma. Calhanoglu che va dal Milan all'Inter è una meraviglia, qualche anno fa Cannavaro dall'Inter alla Juve no Problem, Vieri dall'Inter al Milan no Problem. Non pensavo che Romelu fosse così tanto nel cuore di una società con la storia dell'Inter. Per me è una sorpresa".

Riguardo lo Slavia Praga, Mourinho ha detto di aver visto tante partite, e di avere la squadra pronta in ogni caso. I due allenatori non si conoscono, ma José si è complimentato per la bravura del suo avversario, prendendo in considerazione ciò che ha visto finora.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Ighli Vannucchi: "Grande sfida tra Thiago Motta e Conte. L'Inter la più completa, avrei tenuto Pioli. Kvaratskhelia? Mi blinderei al Napoli..."