Milan 1-0 Fiorentina, la lucidità di Stefano Pioli e la vittoria meritata

Pubblicato il autore: Margot Grossi


MILAN-FIORENTINA 1-0. Il Milan vince a San Siro contro la Fiorentina grazie ad un gol di Leão all’82’. Il tecnico rossonero Stefano Pioli si è presentato in conferenza stampa per commentare la partita.

Milan-Fiorentina, la calma mantenuta fino all’ultimo minuto

Pioli ha descritto la sua cura avuta nella gestione della gara e l’attenzione dei suoi giocatori fino alla fine: “Negli ultimi cinque minuti ho cercato di rimanere lucido come ha fatto la squadra. Non ci siamo fatti prendere dalla frenesia, non abbiamo smesso di essere squadra. Ho fatto anche dei cambi, ero molto attento che non sbagliassimo le posizioni… Non abbiamo vinto per fortuna, ma perché abbiamo meritato”.

L’allenatore rossonero ha fatto un paragone con il ciclismo, per spiegare quanta strada ancora manca: “I ciclisti in salita non guardano mai la vetta, ma guardano davanti alla ruota perché se no si spaventano. Dobbiamo andare avanti, testa bassa. Dobbiamo pensare una partita alla volta”.

Stefano Pioli e il momento difficile di Ibra: “E’ un ragazzo molto sensibile”

Nella giornata di ieri, è stato dato il triste annuncio della morte di Mino Raiola, il super procuratore di 54 anni, che ha curato gli affari di tanti giocatori importanti, italiani e stranieri. Tra i suoi calciatori, anche il milanista Zlatan Ibrahimović, per cui Raiola era anche un amico. Stefano Pioli ha raccontato come sono state le ultime 24 ore di Ibra: “Ho parlato con lui, ho molto rispetto di questi momenti. Non ha perso sono una persona normale. E’ un ragazzo molto sensibile, molto buono, anche se fa vedere un’immagine diversa di sé. Sta vivendo un momento molto particolare e molto delicato. Sono contento che sia entrato bene”.

Leggi anche:  Mondiali, Francia-Inghilterra probabili formazioni: Deschamps e Southgate fanno pretattica

La crescita della squadra: “Maignan il migliore”

Non sono mancati i complimenti per l’estremo difensore rossonero Mike Maignan: “Maignan è stato il migliore in campo, era l’unico giocatore non pressato. Il fatto di non prendere gol è la nostra dedizione ad essere attenti e a non mollare mai”.

Quello del Milan è stato un altro gol arrivato nel finale: “Dal punto di vista mentale la squadra sta crescendo tantissimo, soprattutto quando siamo così bravi a superare le difficoltà che gli avversari ci mettono di fronte. Pur giovani, stiamo migliorando su come soffrire nei momento difficili e come superarli”.

Stefano Pioli ha rivelato le sensazioni ricevute dal Meazza: “Fantastico. Nel secondo tempo il sostegno del pubblico è stasto fantastico. Mi ricordo benissimo quando ci dicevano che avevamo fatto bene perché non c’erano i tifosi, ma noi con i nostri tifosi siamo più forti”.

E alla domanda sull’incontro delle 18.00 tra Udinese e Inter, il 56enne di Parma ha risposto deciso: “Tra mezz’ora faccio la doccia, poi prendo la macchina e vado a riposare”.

  •   
  •  
  •  
  •