Il Manchester City è in finale di Champions per la prima volta

Pubblicato il autore: Nicolas.gullo Segui


Il Manchester City è per la prima volta in finale di Champions League. In passato solamente una volta era arrivato alle semifinali, ma era uscito con il Real Madrid di Zidane nel 2016. Altra partita, altra epoca: all’epoca c’era Pellegrini sulla panchina dei Citizens, oggi siede Pep Guardiola , che festeggia anche lui una prima volta importante. Mai dopo l’addio al Barcellona era arrivato in finale di Champions e questa qualificazione celebra il suo percorso.

I Citizens passano con pieno merito battendo il Psg anche in casa e con un cammino in Champions da dominatore: 11 vittorie e un pareggio (con il Porto), con 25 gol fatti e appena 4 incassati. Pep Guardiola è imbattuto da 14 partite e il 29 maggio a Istanbul contenderà il trofeo a uno tra Chelsea e Real Madrid.

Leggi anche:  Graziani contro l'eventuale cessione di Lautaro: "Se toccano quel tandem allora veramente si indebolisce l’Inter. L'anno prossimo..."

La partita

L’avvio di gara è fortemente condizionato dalle condizioni del terreno dell’Etihad, tormentato da una fitta grandinata fino a pochi minuti prima del fischio d’inizio. Il Psg è comunque la squadra più intraprendente nei primi minuti: pressa alto e si conquista anche un rigore, che pero Kuipers “corregge” dopo aver verificato al monitor che la palla tocca la spalla e non il braccio di Zinchenko. Ai Citizen, basta però il primo affondo per passare: l’azione passa da un lancio millimetrico di Ederson e si conclude con il destro a incrociare di Mahrez, che segna come all’andata. La reazione del Psg c’è e Marquinos timbra la traversa. Dopo le scintille iniziali la partita si addormenta un po’: il Psg tiene bene le redini del gioco con Verratti e Paredes, ma Neymar e Di Maria si accendono poco, Icardi vaga con poche idee e i padroni di casa difendono il risultato senza grosse difficoltà.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

Nella ripresa il Psg si butta in avanti a testa bassa , ma il muro del City appare invalicabile. Pochettino Getta nella mischia Draxler e Kean per provare a ribaltare la partita, ma un minuto dopo i cambi arriva il contropiede micidiale del City, chiuso ancora da un inserimento perfetto di Mahrez. Le speranze rimaste del Psg svaniscono quando al 69’, un ingenuo Di Maria rifila un calcione a gioco fermo a Fernandinho, rimediando l’inevitabile cartellino rosso. Il palo di Foden è l’ultima emozione di un finale piuttosto nervoso per entrambi i lati.

  •   
  •  
  •  
  •